Riduzione del “cuneo fiscale”: in G.U. la Legge di conversione del Dl. n. 3/2020

Riduzione del “cuneo fiscale”: in G.U. la Legge di conversione del Dl. n. 3/2020

È stato pubblicato sulla G.U. n. 90 del 4 aprile 2020 la Legge 2 aprile 2020, n. 21, concernente “Conversione in legge, con modificazioni, del Decreto-legge 5 febbraio 2020, n. 3, recante misure urgenti per la riduzione della pressione fiscale sul lavoro dipendente” in vigore dal 5 aprile 2020.

Il Provvedimento, dopo il via libera del Senato, è stato approvato definitivamente alla Camera con 254 voti favorevoli, nessun voti contrari e 131 astenuti. Il Decreto-legge n. 3/2020 come noto estende la platea dei beneficiari dell’attuale bonus Renzi di Euro 80 che, a partire dal 1° luglio 2020, sarà sostituito dal nuovo bonus fiscale 2020.

In seguito all’istituzione del “Fondo per la riduzione del carico fiscale sui lavoratori dipendenti”, previsto dall’art. 1, comma 7, della Legge n. 160/2019 (“Legge di bilancio 2020“), il Decreto attua una serie di interventi finalizzati alla riduzione del carico fiscale sui lavoratori dipendenti, a partire dagli strumenti di sostegno al reddito.

In sede di conversione sono rimaste invariate le previsioni relative alla misura ed ai limiti reddituali ai fini dell’erogazione, per cui dal 1° luglio 2020 verrà riconosciuta in busta paga una somma a titolo di trattamento integrativo di importo pari ad Euro 600 per l’anno 2020 (quindi di Euro 100 al mese fino al dicembre 2020) ed a Euro 1.200 a decorrere dall’anno 2021 (quindi di Euro 100 al mese fino al dicembre 2021), se il reddito complessivo non è superiore ad Euro 28.000.

Per i redditi a partire da Euro 28.000, viene introdotta invece una detrazione fiscale equivalente che decresce fino ad arrivare al valore di Euro 80 in corrispondenza di un reddito di Euro 35.000 lordi (per un totale di Euro 480). Per i redditi compresi tra Euro 35.000 e Euro 40.000 lordi, l’importo del beneficio decresce fino ad annullarsi al limite dei Euro 40.000.

E’ stata, invece introdotta una modifica relativa al recupero del bonus o della detrazione non dovuta in 8 rate anziché in 4.


Related Articles

Per il Cndcec non serve il parere dei Revisori per il Dup

Con una Nota, il Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti ed Esperti contabili, Commissione revisione Enti pubblici Cndcec, ha osservato che,

Sicurezza edifici scolastici: “Fondo” da 385 milioni di Euro per la rimozione dell’amianto da Scuole e Ospedali

Con il “Piano di bonifica da amianto” previsto nel II Addendum del “Piano operativo Ambiente” approvato dal Cipe nel 2016

“Split payment”: si applica anche alle fatture relative ai lavori pubblici?

Il testo del quesito: “Ho chiesto alla Ragioneria generale dello Stato (rgs.spesaoperepubbliche@tesoro.it) se lo ‘split payment’ si applica anche alle

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.