Riduzione del cuneo fiscale: introdotte misure di sostegno al reddito dei lavoratori dipendenti

Riduzione del cuneo fiscale: introdotte misure di sostegno al reddito dei lavoratori dipendenti

È stato pubblicato sulla G. U. n. 29 del 5 febbraio 2020 il Dl. 5 febbraio 2020, n. 3, recante “Misure urgenti per la riduzione della pressione fiscale sul lavoro dipendente”, approvato precedentemente nel Consiglio dei Ministri del 23 gennaio 2020.

In seguito all’istituzione del “Fondo per la riduzione del carico fiscale sui lavoratori dipendenti”, previsto dall’art. 1, comma 7, della Legge 27 dicembre 2019, n. 160, il Decreto attua una serie di interventi finalizzati alla riduzione del carico fiscale sui lavoratori dipendenti, a partire dagli strumenti di sostegno al reddito.

Dal 1° luglio 2020 verrà riconosciuta in busta paga una somma a titolo di trattamento integrativo, di importo pari ad Euro 600 per l’anno 2020 (quindi di Euro 100 al mese fino al dicembre 2020) ed a Euro 1.200 a decorrere dall’anno 2021 (quindi di Euro 100 al mese fino al dicembre 2021), se il reddito complessivo non è superiore ad Euro 28.000.

Per i redditi a partire da Euro 28.000, viene introdotta invece una detrazione fiscale equivalente che decresce fino ad arrivare al valore di Euro 80 in corrispondenza di un reddito di Euro 35.000 lordi (per un totale di Euro 480). Per i redditi compresi tra Euro 35.000 e Euro 40.000 lordi, l’importo del beneficio decresce fino ad annullarsi al limite dei Euro 40.000.


Related Articles

Trasferimenti erariali: rimborsi del minor gettito Imu e Tasi ai Comuni della Provincia di Campobasso e della Città metropolitana di Catania

È stato pubblicato sul sito istituzionale del Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli Affari interni e territoriali, il Comunicato-stampa 2

Riscossione: notifica cartella di pagamento

Nella Sentenza n. 18370 del 9 luglio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che, in tema

Interpretazione norme contrattuali: la competenza è dell’Aran

Nella Delibera n. 69 del 23 settembre 2019 della Corte dei conti Piemonte, un Sindaco ha chiesto un parere in

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.