“Rimborso delle spese di viaggio” erogabile al Segretario comunale “reggente” per raggiungere il Palazzo municipale

by Redazione | 16/11/2017 12:43

Nella Delibera n. 294 del 25 ottobre 2017 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco chiede se spetti il “rimborso delle spese di viaggio (compresi i pedaggi autostradali)” al Segretario comunale, assegnato quale “reggente”, “per raggiungere il Palazzo municipale”, e quali siano i criteri da utilizzare al fine della quantificazione in concreto dei chilometri percorsi dal Segretario comunale “reggente” per raggiungere la sede del Comune.

La Sezione afferma, con riferimento al rimborso delle spese sostenute dal Segretario “reggente” di sede di Segreteria convenzionata, il diritto, sussistendone le condizioni, al rimborso delle spese di viaggio sostenute, secondo la disciplina prevista per il Segretario titolare, attesa l’equiparazione funzionale fra i 2 Organi. Il rimborso legittimamente attribuibile riguarda esclusivamente gli spostamenti tra i Comuni riuniti in Convenzione, per l’esercizio delle funzioni di Segretario comunale, escludendo invece le tratte residenza-Comune capofila e viceversa. Qualora, per motivi di convenienza e per esigenze personali, il Segretario comunale in Convenzione decida, partendo dalla propria residenza, di recarsi “prima in un Comune non capofila della Convenzione […] saranno rimborsabili le spese di viaggio non dalla residenza al Comune non capofila, bensì quelle relative al tragitto dal Comune capofila al Comune non capofila”. Tali criteri trovano applicazione, sussistendone le condizioni (la cui occorrenza deve essere accertata, sotto la propria responsabilità, dall’Ente), anche al Segretario reggente.

Source URL: https://www.entilocali-online.it/rimborso-delle-spese-di-viaggio-erogabile-al-segretario-comunale-reggente-per-raggiungere-il-palazzo-municipale/