Risorse da accantonare nel “Fondo contenzioso” in caso di debiti fuori bilancio e di passività potenziali

Risorse da accantonare nel “Fondo contenzioso” in caso di debiti fuori bilancio e di passività potenziali

Nella Delibera n. 8 del 6 febbraio 2019 della Corte dei conti Piemonte, un Comune chiede un parere in merito alla copertura di spese derivanti da Sentenza esecutiva in assenza di un “Fondo contenzioso” già accantonato dall’Ente. La Sezione rileva che l’accantonamento di risorse per il pagamento degli oneri previsti da una Sentenza di condanna sia necessario al fine di preservare gli equilibri di bilancio, atteso che una delle cause del rischio di squilibri strutturali del bilancio in grado di provocare il “Dissesto finanziario” è rappresentata da Sentenze che determinano per l’Ente l’insorgere di oneri di rilevante entità finanziaria e che il bilancio non riesce ad affrontare con risorse disponibili nell’anno o nel triennio di riferimento del bilancio (art. 193 del Dlgs. n. 267/2000).  Peraltro, la Sezione precisa che, in presenza di contenziosi di ingente valore, l’Ente deve valutare il grado di possibilità/probabilità/quasi certezza dei medesimi, ai fini di procedere ai necessari accantonamenti per evitare che gli importi derivanti dalle relative Sentenze di condanna siano tali da minare gli equilibri di bilancio. Tali accantonamenti devono necessariamente essere già posti in essere nel corso del giudizio di primo grado e, soprattutto, prima della Sentenza di condanna la quale, essendo de iure esecutiva, non rientra più tra le fonti delle cd. “passività potenziali”, ma tra quelle dei debiti da riconoscere fuori bilancio, in assenza di una specifica copertura finanziaria. Infine, la Sezione pone in evidenza che l’art. 1, comma 443, della Legge n. 228/2012, prevede che, “in applicazione dell’art. 162, comma 6, del Tuel, i proventi da alienazioni di beni patrimoniali disponibili possono essere destinati esclusivamente alla copertura di spese di investimento ovvero, in assenza di queste o per la parte eccedente, per la riduzione del debito”.


Related Articles

Soa: modificato il Regolamento in materia di potere sanzionatorio

L’Anac ha pubblicato il 26 febbraio 2016 la Delibera n. 115/16, che modifica il Regolamento unico in materia di esercizio

Responsabile per la prevenzione della corruzione: suo il potere di dichiarare la nullità di un incarico ritenuto inconferibile

Nella Sentenza n. 11270 del 14 novembre 2016 del Tar Lazio, un Consorzio ha impugnato la Delibera dell’Anac con la

Trasferimenti erariali: pubblicate modalità e termini per il riparto dei contributi alle fusioni di Comuni e disposto il pagamento in acconto

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, con il Comunicato 11 giugno 2014, pubblicato sul proprio sito internet,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.