Rup: nei contratti pubblici assume il ruolo di Responsabile dei lavori ai fini del rispetto delle norme in materia di sicurezza

by Redazione | 24/02/2016 16:09

Nel Parere Anac n. 228 del 16 dicembre 2015, il quesito riguarda la legittimità della previsione della lettera di invito secondo la quale l’appaltatore assume la qualifica e le competenze di Responsabile dei lavori, previsione che sarebbe in contrasto con l’art. 89 del Dlgs. n. 81/08, il quale attribuisce tale ruolo al Responsabile del procedimento per gli interventi ricadenti nella disciplina dettata dal Dlgs. n. 163/06. L’ Anac rileva che nel settore dei contratti pubblici, disciplinato dal Dlgs. n. 163/06 e dal Dpr. n. 207/10, la normativa di riferimento è chiara nel disporre che il Responsabile del procedimento assume il ruolo di Responsabile dei lavori, ai fini del rispetto delle norme in materia di sicurezza e salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro. Quindi, nella realizzazione di lavori pubblici, a carico del Responsabile unico del procedimento e Responsabile dei lavori “grava una posizione di garanzia connessa ai compiti di sicurezza non solo nella fase genetica dei lavori, laddove vengono redatti i piani di sicurezza, ma anche durante il loro svolgimento, ove è previsto che debba svolgere un’attività di sorveglianza del loro rispetto”. Pertanto, tale ruolo di garanzia non può essere assunto dall’appaltatore.

Parere Anac n. 228 del 16 dicembre 2015[1]

Endnotes:
  1. Parere Anac n. 228 del 16 dicembre 2015: https://www.entilocali-online.it/wp-content/uploads/2016/02/Parere-Anac-n.-228-del-16-dicembre-2015.pdf

Source URL: https://www.entilocali-online.it/rup-nei-contratti-pubblici-assume-il-ruolo-di-responsabile-dei-lavori-ai-fini-del-rispetto-delle-norme-in-materia-di-sicurezza/