Scioglimento Consigli comunali per infiltrazione della criminalità organizzata

Scioglimento Consigli comunali per infiltrazione della criminalità organizzata

Nella Sentenza n. 545 del 30 marzo 2021 del Consiglio di Stato, i Giudici affermano che, nel caso di un’Istanza di accesso agli atti prodromici allo scioglimento di un Comune che involga documentazione classificata, l’Amministrazione è chiamata a distinguere se gli atti oggetto dell’Istanza sono coperti dal segreto di Stato, se essi sono riservati ai sensi dell’art. 42, della Legge n. 124/2007, oppure se si tratta di atti esclusi dall’accesso sulla base di una regolamento adottato ai sensi dell’art. 24 della Legge n. 241/1990. Nel primo caso, l’Amministrazione dovrà applicare quanto stabilito dagli artt. 39, 40, e 41 della Legge n. 124/2007, cioè porre le informazioni, i documenti, gli atti, le attività, le cose e i luoghi coperti da segreto di Stato a conoscenza esclusivamente dei soggetti e delle Autorità chiamati a svolgere rispetto ad essi funzioni essenziali, nei limiti e nelle parti indispensabili per l’assolvimento dei rispettivi compiti e il raggiungimento dei fini rispettivamente fissati; nel secondo caso, l’Amministrazione dovrà mettere gli atti a disposizione dell’Autorità giudiziaria che ne abbia fatto richiesta, spettando a quest’ultima la conservazione con modalità idonee a tutelare la riservatezza e la salvaguardia del diritto delle parti nel procedimento a prenderne visione senza estrarne copia. Infine, nel terzo caso, l’Amministrazione dovrà distinguere tra accesso partecipativo, da escludersi, e accesso difensivo, da ritenersi invece ammissibile.


Related Articles

“Spid”: entro dicembre il rilascio delle prime “identità digitali”

Con un Comunicato diramato il 28 luglio 2015, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha annunciato l’emanazione dei 4 Regolamenti

Iva: esclusi i servizi espletati a seguito di delega di funzioni attribuita dalla Regione in quanto rientrano nei poteri autoritativi nel delegato

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 22 del 5 febbraio 2020, ha fornito chiarimenti in merito

“Recovery Plan”: alla guida del gruppo di lavoro insediatosi a Palazzo Vidoni, c’è Marcella Panucci

Una carriera iniziata nelle fila di Confindustria, che prende il via nel 1995 e prosegue fino al 2011, intervallata da

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.