“Servizi idrici”: questione di legittimità costituzionale su gestione diretta da parte dei Comuni

“Servizi idrici”: questione di legittimità costituzionale su gestione diretta da parte dei Comuni

Tar Sicilia, Sezione I, Sentenza 26 luglio 2019, n. 1940

Sulla rimessione alla Corte Costituzionale dell’art. 4, commi 1 e 2, della Legge Regione Sicilia n. 16/2017, che prevede la gestione diretta dei Comuni del “Servizio idrico”.

E’ rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 4, commi 1 e 2, della Legge Regione Sicilia 11 agosto 2017, n. 16, per contrasto con gli artt. 117, comma 2, lett e), 97, commi 1 e 2, 119, commi 1 e 4, e 136 della Costituzione, nella parte in cui prevede la gestione diretta dei Comuni del “Servizio idrico”, in tal modo disattendendo i principi dell’art. 149-bis, del Dlgs. n. 152/2006 (“Codice ambientale”).

Continua a leggere su Diritto dei servizi pubblici locali

Questo contenuto è stato selezionato per i nostri lettori dallo Studio legale Tessarolo, editore di Diritto dei servizi pubblici e partner di Centro Studi Enti Locali.

 

Diritto dei servizi pubblici è una rivista giuridica telematica che, dal 2001, raccoglie informazioni, articoli, leggi, sentenze ed altri provvedimenti su numerosi argomenti di diritto, con particolare riferimento al diritto dei servizi pubblici locali, a cura dello Studio Legale Tessarolo.


Related Articles

Gare pubbliche: il punteggio numerico nella valutazione delle offerte

Nella Sentenza n. 3911 del 20 settembre 2016 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che nelle gare pubbliche, e

“Anticorruzione”: anche i Consorzi di bonifica sono tenuti al rispetto degli obblighi della Legge n. 190/12

Tra gli Enti tenuti al rispetto delle disposizioni e degli obblighi dettati dalla Legge n. 190/2012 (“Legge Anticorruzione”) e dei

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.