“Servizi Sociali”: al via l’estensione della “Carta acquisti” anche a cittadini comunitari e stranieri

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 82 del 8 aprile 2014 il Decreto Mef 3 febbraio 2014, recante “Estensione ai cittadini comunitari e stranieri, residenti, dei benefici della Carta acquisti ai sensi dell’art. 1, comma 216, della Legge 27 dicembre 2013, n. 147”.

Il Decreto, così come previsto da una disposizione della “Legge di stabilità 2014” (art. 1, comma 216, Legge n. 147/13), estende il beneficio della “Carta acquisti” ai cittadini comunitari, ai familiari extracomunitari di cittadini italiani o di cittadini comunitari titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente e agli stranieri in possesso del permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo.

Ricordiamo che la “Carta acquisti” è una misura di sostegno al reddito introdotta dal Dl. n. 112/08, convertito con modificazioni dalla Legge n. 133/12, destinata alle fasce di popolazione più bisognose.

L’art. 1 interviene sul Dm. Mef-Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali n. 89030 del 16 settembre 2008, apportando una serie di modifiche e integrazioni che vanno nella direzione tracciata dalla “Legge di stabilità 2014”. L’estensione introdotta allarga le maglie di una forma di sostegno prima accessibile soltanto ai cittadini italiani residenti in Italia. Tale beneficio decorre dal bimestre gennaio-febbraio, pertanto – ai sensi dell’art. 2 – gli aventi diritto che presenteranno domanda entro il 30 aprile 2014 avranno diritto agli arretrati a decorrere dal 1° gennaio 2014.


Tags assigned to this article:
carta acquisti

Related Articles

Personale ex provinciale in esubero: ricollocazione

Nella Delibera n. 219 del 19 dicembre 2017 della Corte dei conti Sicilia, un Sindaco ha chiesto un parere in

Affidamento diretto di un servizio pubblico

Tar Puglia, Lecce, Sezione Terza, Sentenza 13 marzo 2020 n. 326 Sulla legittimità dell’affidamento diretto di un servizio pubblico di

Cauzione provvisoria: legittima l’esclusione dalla gara se è erroneamente intestata ad una stazione appaltante diversa

  Nel Parere n. 164 del 7 ottobre 2015 dell’Anac, una Sas, nella procedura di gara aperta per l’affidamento dell’appalto

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.