“Servizio trasporto scolastico urbano” e “Servizio per l’infanzia”: soggetti a obbligo contribuzione utenza?

“Servizio trasporto scolastico urbano” e “Servizio per l’infanzia”: soggetti a obbligo contribuzione utenza?

Nella Delibera n. 115 del 25 febbraio 2015 della Corte dei conti Sicilia, un Sindaco chiede di conoscere se:

  1. a) il “Servizio di trasporto scolastico urbano”, ai sensi di quanto disposto dal Decreto del Ministero dell’Interno del 31 dicembre 1983, è soggetto all’obbligo della contribuzione da parte dell’utenza richiedente;
  2. b) il “Servizio per l’infanzia” in questione è da considerarsi direttamente gestito e, quindi, soggetto anch’esso all’obbligo della contribuzione ai sensi del citato Dm. 31 dicembre 1983.

La Sezione, per quanto riguarda il primo quesito, evidenzia che il Decreto ministeriale non comprende tra i “Servizi pubblici

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Tarsu: nessuna motivazione specifica per la Delibera comunale che applica una tariffa più onerosa alla Struttura alberghiera

Nella Sentenza 12783 del 26 giugno 2020 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda una Delibera comunale che ha

“Privacy”: il Garante chiede lo stop alla pubblicazione delle graduatorie di concorsi pubblici riservati ai disabili

Stop alla pubblicazione delle graduatorie di concorsi riservati ai disabili sui siti istituzionali degli Enti territoriali. A chiederlo, con il

Tributi locali: le osservazioni di Anci e Ifel sugli orientamenti diramati da Arera sulla “nuova” Tari

Sono state pubblicate il 16 settembre 2019 sul sito web istituzionale di Anci le osservazioni in merito ai contenuti dei