Sisma Centro Italia: varato il Decreto che detta le regole della ricostruzione

Sisma Centro Italia: varato il Decreto che detta le regole della ricostruzione

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 244 del 18 ottobre 2016 il Dl. 17 ottobre 2016, n. 189, recante “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del24 agosto 2016”. Questo, insieme all’Ordinanza 10 ottobre 2016 della Protezione civile, pubblicata sulla stessa Gazzetta, ha stabilito modalità, tempi e risorse, che saranno impiegate per portare a termine la vasta opera di ricostruzione degli edifici rasi al suolo o parzialmente danneggiati dal terremoto dello scorso 24 agosto.

Sono numerose e variegate le disposizioni che chiamano in causa, a vari livelli, i 62 Comuni colpiti dal sisma, ma le vere redini della ricostruzione sono affidate al Commissario straordinario per la ricostruzione, Vasco Errani, affiancato in questo compito dai Presidenti delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, in veste di Vice Commissari.

La norma istituisce inoltre, presso ogni Regione, un ulteriore livello di coordinamento: gli “Uffici speciali per la ricostruzione post sisma 2016”, luoghi in cui virtualmente si incontreranno le istanze dei Comuni interessati dal processo.

Tali Uffici cureranno la pianificazione urbanistica connessa alla ricostruzione e l’istruttoria per il rilascio delle concessioni di contributi ai privati. Provvederanno inoltre alla diretta attuazione degli interventi di ripristino o ricostruzione di opere pubbliche e beni culturali, nonché alla realizzazione degli interventi di prima emergenza. Forniranno supporto ai Comuni per i procedimenti relativi ai titoli abilitativi edilizi ma, come precisato dall’art. 3, è a questi ultimi che resterà comunque la competenza sull’adozione dell’atto finale per il rilascio del titolo abilitativo edilizio.

La dotazione del “Fondo per la ricostruzione delle aree terremotate” è pari, per l’anno corrente, a 200 milioni di Euro. Il Governo ha tuttavia anticipato che il grosso delle risorse sarà individuato dalla prossima Manovra finanziaria e che complessivamente saranno investiti, negli anni a venire, circa 4,5 miliardi di Euro.


Related Articles

“Fondi contrattazione integrativa 2015”: le istruzioni della Ragioneria generale dello Stato sulla decurtazione permanente da applicare

Con l’attesa Circolare n. 20 dell’8 maggio 2015, pubblicata dal Mef in data 28 luglio 2015, la Ragioneria generale dello

Compravendite di immobili: al via il Servizio di consultazione on-line dei valori immobiliari dichiarati nei contratti stipulati dal 2019

L’Agenzia delle Entrate, con il Comunicato-stampa 7 dicembre 2020, ha reso noto che da tale data è possibile la consultazione

Riqualificazione delle Periferie: avviati solo 24 Progetti su 120 previsti, per il Piano nazionale devono ancora essere approvate le Convenzioni

Con la Deliberazione n. 13 del 23 luglio 2019, la Corte dei conti ha approvato la Relazione sullo stato d’avanzamento