“Smart cities”: al via il bando “Efisio, finanziare città intelligenti”

L’Anci ha annunciato, con la Nota 11 aprile 2014 pubblicata sul proprio sito istituzionale, la pubblicazione del bando per la pianificazione di “città intelligenti”.

Studiare Sviluppo”, in collaborazione con l’Osservatorio nazionale Smart city dell’Anci, ha lanciato la call for proposalEfisio, finanziare città intelligenti” nell’ambito del Progetto Epas – “Empowerment delle Pubbliche Amministrazioni regionali e locali”, nell’attuazione di strumenti di ingegneria finanziaria finanziato dal “Programma operativo nazionale governance e azioni di sistema”.

Il bando punta ad offrire un sostegno concreto nel processo di pianificazione delle “Smart cities” ed è rivolto a Comuni, Unioni di Comuni e altre forme associative di Enti Locali (Consorzi, Convenzioni) che rientrano nel territorio delle Regioni Obiettivo Convergenza.

Le proposte – si apprende – dovranno riguardare uno degli ambiti tematici legati alla città intelligente: smart building, smart government, smart energy e smart mobility e transport, avere una dimensione finanziaria di almeno 500mila Euro ed essere accompagnate da un’adesione formale attraverso un atto amministrativo (Delibera di Giunta o inserimento nel Piano triennale opere pubbliche)”.

Le proposte delle Amministrazioni dovranno essere inoltrate esclusivamente tramite posta elettronica (con firma digitale) all’indirizzo efisio@studiaresviluppo.it entro le ore 13.00 del 30 maggio 2014. A questo proposito, segnaliamo che tale scadenza – inizialmente fissata al 6 maggio 2014 – è stata posticipata e resa nota, sia sul sito di “Studiare sviluppo” che su quello dell’Osservatorio nazionale Smart city dell’Anci. Per ulteriori informazioni, rimandiamo alla consultazione del bando (disponibile all’indirizzo http://www.studiaresviluppo.it/news/efisio-finanziare-citta-intelligenti-e-online-la-call-for-proposal-destinata-ai-comuni-delle-regioni-obiettivo-convergenza/).


Tags assigned to this article:
smart cities

Related Articles

“Visto di conformità”: possono rilasciarlo anche i soci di “Società tra professionisti”

Con la Risoluzione n. 23/E del 14 aprile 2016, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il Professionista esercitante attività di

Procedura informatica “Docfa”: la variazione catastale vale dall’anno d’imposta successivo

Nell’Ordinanza n. 21760 del 7 settembre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che, in tema di

Ici: non basta una collaborazione con le attività di natura agricole altrui per beneficiare degli sgravi riservati ai coltivatori diretti

Nell’Ordinanza n. 3531 del 14 febbraio 2018 della Corte di Cassazione, un coltivatore diretto regolarmente iscritto negli Elenchi comunali previsti

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.