“Soccorso istruttorio”: applicabile ove a differire dal prezzo minimo prescritto dalla “lex specialis” sia una singola voce del prezziario

“Soccorso istruttorio”: applicabile ove a differire dal prezzo minimo prescritto dalla “lex specialis” sia una singola voce del prezziario

Nella Sentenza n. 2973 del 19 giugno 2017 del Consiglio di Stato, una Società ha impugnato la determinazione recante affidamento triennale (2017/2019) della gestione di un bar presso un Liceo artistico nonché la nota con la quale le si comunicava l’esclusione dalla procedura di gara.

Tale esclusione era stata dettata dal fatto che, nell’offerta economica presentata dalla Società concorrente, il prezzo di un singolo prodotto si è discostato da quello minimo prescritto dalla lex specialis.

I Giudici hanno precisato che nel rinnovato ruolo assegnato all’istituto del “soccorso istruttorio” come disciplinato dal nuovo “Codice dei Contratti pubblici”, la stazione appaltante ha il potere-dovere (artt. 83 e seguenti del Dlgs. n. 50/16) di sanare la discrasia relativa ad una singola voce del prezziario, dal momento che il “soccorso istruttorio”, limitato ad un solo addendo dell’offerta economica, non compromette l’affidabilità complessiva dell’offerta né altera la par condicio.


Related Articles

“Legge di stabilità 2016”: la Manovra finanziaria per il 2016 è Legge

Con 162 voti a favore e 125 contrari, il Senato ieri ha approvato in via definitiva il “Ddl. Stabilità 2016”.

Revisione della spesa: l’obiettivo 2016 è un risparmio di 25 miliardi di Euro

Risparmi complessivi pari a 25 miliardi di Euro, vale a dire 7 in più rispetto a quelli realizzati nel corso

Affidamento “Servizio recupero stragiudiziale dei crediti”: per l’Agcm è anticoncorrenziale chiedere iscrizione ad Associazioni di diritto privato

E’ stato pubblicato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sul proprio Bollettino settimanale n. 25 del 3 luglio 2017