Società “in house”: condanna Amministratori per aver emesso lettere di patronage

Società “in house”: condanna Amministratori per aver emesso lettere di patronage
Corte dei conti, Sezione Prima giurisdizionale centrale di Appello, Sentenza n. 197 del 24 maggio 2021
di Antonio Tirelli

Oggetto:

Condanna Amministratori e Dirigenti per aver emesso lettere di patronage a favore di una propria Società “in house”, poi fallita: conferma Sentenza territoriale per l’Emilia Romagna n. 19/2020.

Fatto:

Nel gennaio 2007 questo importante Comune emiliano (25.000 abitanti) costituisce una Società (socio unico) per la “realizzazione impianti e servizi energetici da fonti rinnovabili”, con un capitale sociale di Euro 100.000. Nelle Linee-guida approvate dal Consiglio comunale (febbraio 2007), il Piano industriale della Società prevedeva che il

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Concordato in bianco”: non rientra nella casistica disciplinata dall’art. 14 del Dlgs. n. 175/16

Nella Delibera n. 29 del 14 febbraio 2018 della Corte dei conti Calabria, viene chiesto un parere riguardante una Società

Appalti: pubblicato il Manuale Anac sulla qualificazione per l’esecuzione di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 Euro

Facendo seguito alla recente pubblicazione del “bando-tipo”, l’Anac ha reso disponibile, con il Comunicato del Presidente 16 ottobre 2014, il

Commissione Ue: le previsioni economiche d’inverno prevedono per il Pil italiano un rialzo del 3,4%, “Next Generation EU” escluso

Il Pil italiano, la cui contrazione per l’anno scorso è stata – stando all’Istat – pari all’8,8%, dovrebbe risalire nel

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.