Società “in house”: i permessi retribuiti concessi ai dipendenti per le funzioni elettive sono a carico del Comune

Nell’Ordinanza n. 11265 dell’11 giugno 2020 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame riguarda un Comune e una Società (interamente partecipata dall’Ente Locale) che gestiva il ”Servizio dei Trasporti” dell’Ente territoriale in questione. Nello specifico, la Società “in house”chiedeva al Comune la restituzione degli oneri corrisposti ad alcuni dei suoi dipendenti per le assenze dovute allo svolgimento di mandato elettorale nei Consigli municipali. I Giudici di legittimità ritengono pienamente applicabile al caso di specie l’art. 80 del Dlgs. n. 267/2000 (Tuel), secondo il quale gli oneri per i permessi retribuiti dei lavoratori dipendenti da

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.