Società “in house”: l’opera di razionalizzazione non fa venir meno il limite previsto per i compensi agli Amministratori

Società “in house”: l’opera di razionalizzazione non fa venir meno il limite previsto per i compensi agli Amministratori

Nella Delibera n. 95 del 25 ottobre 2016 della Corte dei conti Emilia Romagna, il parere riguarda la corretta applicazione dell’art. 4, commi 4 e 5, del Dl. n. 95/12, convertito con modificazioni dalla Legge n. 135/12, riguardante il costo annuale complessivamente sostenuto per i compensi degli Amministratori delle Società controllate direttamente o indirettamente da Pubbliche Amministrazioni o Società a totale partecipazione pubblica. In particolare, con la richiesta di parere in esame un Sindaco, sollecitato mediante mozione da alcuni Consiglieri comunali, nonché dal Collegio dei Revisori dei conti, chiede un parere sulla legittimità dell’operato del Comune, per quanto concerne i

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Pareggio di bilancio”: regole su debito e “Pareggio” degli Enti territoriali

Corte Costituzionale, Sentenza n. 252 del 6 dicembre 2017   La Sentenza della Corte Costituzionale n. 252 del 6 dicembre

Proroga tecnica: illegittimo l’uso reiterato

Nella Delibera n. 882 del 25 settembre 2019 dell’Anac, sono state evidenziate alcune presunte illegittimità commesse da un Comune nel