Tari: pubblicato il Decreto che disciplina le modalità di riconoscimento del contributo per l’introduzione dei metodi di misurazione puntuale dei rifiuti conferiti

Tari: pubblicato il Decreto che disciplina le modalità di riconoscimento del contributo per l’introduzione dei metodi di misurazione puntuale dei rifiuti conferiti

È stato pubblicato sulla G.U. n. 292 del 9 dicembre 2021 il Decreto Ministero della Transizione ecologica 17 novembre 2021, rubricato “Criteri e modalità per il riconoscimento di un contributo economico volto ad incentivare l’adozione dei Sistemi di misurazione puntuale dei rifiuti conferiti dalle utenze domestiche al servizio pubblico”.

Il Decreto mira a fornire i criteri e le modalità di riconoscimento di un contributo economico per incentivare l’adozione di sistemi di misurazione puntuale dei rifiuti conferiti dalle utenze domestiche al servizio pubblico, ai sensi di quanto previsto dall’art. 1, commi 767, 768 e 769, della Legge n. 178/2020.

Le risorse stanziate dal Ministero ammontano ad Euro 5 milioni per ciascun anno 2021 e 2022.

I soggetti beneficiari del contributo in parola sono i seguenti:

a) Enti di Governo d’ambito (Egato, Ato) di cui all’art. 3-bis, comma 1, del Dl. n. 138/2011, composti dai Comuni che hanno la propria superficie in tutto o in parte compresa all’interno di una Zona economica ambientale (“Zea”), ovverosia zone in cui sono presenti Parchi nazionali;

b) i Comuni che hanno la propria superficie in tutto o in parte compresa all’interno di una Zona economica ambientale, laddove gli Enti di Governo d’ambito di cui alla lett. a) non sono costituiti.

Entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del Decreto, ciascun Ente Parco nazionale provvede alla pubblicazione di un Bando sul proprio sito web, in cui sono individuati i termini (non superiori a 60 giorni) e le modalità di presentazione delle istanze per la concessione e l’erogazione del contributo di cui all’art. 1.

I soggetti beneficiari, il cui territorio afferisce alla “Zea” di competenza, presentano all’Ente Parco di riferimento un progetto finalizzato all’adozione del sistema di misurazione contenente uno dei sistemi tariffari illustrati nel Decreto Ministero dell’Ambiente 20 aprile 2017.

Successivamente, ciascun Ente Parco nazionale seleziona i Progetti ritenuti ammissibili e provvede alla pubblicazione dell’Elenco sul proprio sito web, identificando i Progetti con il Codice unico di progetto (Cup).

Per poter essere ritenuti ammissibili, i Progetti devono contenere:

a) una Relazione tecnica descrittiva del Sistema di raccolta rifiuti adottato e del Sistema tariffario che si intende adottare, comprendendo la puntuale descrizione e il relativo dimensionamento del Sistema di misurazione puntuale dei rifiuti scelto;

b) un quadro economico dell’Intervento con l’indicazione delle Infrastrutture tecniche e informatiche necessarie che si intende acquistare;

c) un Cronoprogramma degli Interventi.

I Progetti sono valutati secondo i seguenti criteri di selezione:

a) numero abitanti del Comune/Ato:

– superiore a 50.000 abitanti: 10;

– da 20.000 a 50.000 abitanti: 8;

– inferiore a 20.000 abitanti: 6.

b) Percentuale di cofinanziamento:

– inferiore al 60%: 3;

– tra il 60% e il 70%: 4;

-superiore al 70%: 5.

c) Percentuale utenze coinvolte:

– pari al 100%: 10;

– inferiore al 100%: 5.

d) Luogo della misurazione puntuale:

– presso l’utenza singola o aggregata – Sistemi domiciliari: 10;

– presso struttura multiutenza: 3.

A parità di punteggio, verrà data priorità all’ordine di arrivo delle Istanze.

La ripartizione delle somme a favore degli Enti Parco avverrà secondo quanto riportato nell’Allegato al Decreto in commento.

Il contributo economico è riconosciuto al soggetto beneficiario per la copertura fino al 50% dei costi sostenuti per l’acquisto delle Infrastrutture tecniche e informatiche necessarie per l’adozione dei Sistemi di misurazione puntuale.

L’erogazione del contributo è effettuata da ciascun Ente Parco al soggetto beneficiario del contributo mediante una anticipazione, entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’Elenco dei soggetti ammessi al contributo, pari all’80% dei costi indicati nel quadro economico del Progetto e un saldo finale, entro 30 giorni dalla presentazione dell’intera documentazione, fino a copertura fino al massimo erogabile.


Related Articles

Revoca in autotutela: possibile anche dopo l’aggiudicazione definitiva efficace

Nella Sentenza n. 603 del 3 settembre 2020 del Tar Genova, i Giudici osservano come l’art. 32, comma 8, del

Crisi Ucraina: prorogato lo Stato di emergenza al 31 dicembre 2022

Sulla G.U. n. 122 del 26 maggio 2022 è stata pubblicata la Delibera 12 maggio 2022 relativa alla proroga dello

Informativa Antimafia: rilevanza dei fatti risalenti nel tempo

Nella Sentenza n. 2 del 2 gennaio 2020 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che i fatti sui quali

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.