Tarsu: corretta applicazione in pendenza del regime transitorio previsto per l’anno 2013

Tarsu: corretta applicazione in pendenza del regime transitorio previsto per l’anno 2013

Consiglio di Stato, Sentenza n. 3781 del 1°agosto 2015

Nella fattispecie in esame, un’Associazione provinciale di albergatori ed alcuni operatori del Settore alberghiero di un Comune hanno contestato la legittimità della Deliberazione adottata dal Consiglio comunale, avente ad oggetto “Approvazione tariffe Tarsu e proroga Tarsu. Anno 2013” e di ogni atto presupposto, connesso e consequenziale.

I Giudici rilevano che il Legislatore, nell’attesa della definizione di un nuovo riassetto della fiscalità locale, ha riconosciuto alle Amministrazioni locali la possibilità di disciplinare il prelievo tributario applicando anche nell’anno 2013 lo stesso regime impositivo dell’anno precedente (nel caso specifico, Tarsu), con l’ulteriore

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

App utilizzate da P.A. per erogazione servizi e rispetto della normativa privacy: cosa deve fare un Ente per essere compliant col Gdpr?

Sempre più spesso i comuni, e più in generale la P.A., fanno uso di applicazioni al fine di fornire all’utenza

Iva sui buoni pasto: un chiarimento sul regime da applicare nei rapporti tra Società e datori di lavoro e tra somministratori e Società

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 75/E del 1° dicembre 2020, ha fornito chiarimenti in merito al trattamento Iva

Trasmissione di documenti tra P.A. attraverso link “a scadenza”: come gestirli?

Il testo del quesito: “Il quesito verte sulle nuove modalità del ‘Suap’ del Distretto di riferimento del ns. Ente che,