Tarsu: sulla tariffa applicabile agli esercizi alberghieri non è rilevante la distinzione tra le diverse zone della struttura

Tarsu: sulla tariffa applicabile agli esercizi alberghieri non è rilevante la distinzione tra le diverse zone della struttura

Nell’Ordinanza 23241 del 18 settembre 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che, in tema di Tarsu, è legittima la Delibera comunale che preveda una tariffa per la categoria degli esercizi alberghieri notevolmente superiore a quella applicata alle civili abitazioni, stante la differente potenzialità di rifiuti prodotti. Peraltro, la Suprema Corte precisa che non acquisisce rilevanza la distinzione nell’ambito dell’esercizio alberghiero tra zone più o meno produttive di una maggiore quantità di rifiuti.


Related Articles

Rifiuti: nuovo bando Comieco per 2 milioni di Euro a supporto dei Comuni

Anci ha reso noto che Comieco, “Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica”, rinnoverà anche per il

Phishing: nuovo tentativo di truffa ai danni dei contribuenti segnalato da Agenzia delle Entrate-Riscossione

Con il Comunicato 25 ottobre 2019, l’Agenzia delle Entrate segnala nuovi tentativi di truffa che possono esser recapitati via email

Trasferimenti erariali: ripartizione “Fondo per lo straordinario della Polizia locale” connesso all’emergenza “Covid-19”

Il Ministero dell’Interno – Dipartimento Affari interni e territoriali, con il Comunicato n. 2 del 18 aprile 2020, ha dato

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.