Tia: area del sottosuolo adibita a posto auto

Tia: area del sottosuolo adibita a posto auto

Nella Sentenza n. 22124 del 22 settembre 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che la Tia, rappresentando una mera variante della Tarsu, in base all’art. 62, comma 3, del Dlgs. n. 507/93, deve essere applicata nei confronti di chiunque occupi oppure conduca locali, o aree scoperte ad uso privato non costituenti accessorio o pertinenza dei locali medesimi, a qualsiasi uso adibiti, esistenti nelle zone del territorio comunale, mentre le deroghe indicate al comma 2 della norma e le riduzioni delle tariffe non operano in via automatica in base alla mera sussistenza delle previste situazioni di fatto,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Attività di accertamento: contabilizzazione

Nella Delibera n. 104 del 1° dicembre 2020 della Corte dei conti Liguria, la Sezione, rilevate alcune criticità emerse nel

Fallimenti: può il Comune proporre domanda di insinuazione tardiva per recuperare i propri crediti Imu?

Il testo del quesito: “Il Concessionario dell’attività di accertamento tributi per conto del Comune ha emesso 2 avvisi di accertamento

“Decreto Ristori quater”: il quadro delle principali novità introdotte dal n. 157/2020

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 297 del 30 novembre 2020 il Dl. n. 157 del 30 novembre 2020,