Edilizia scolastica: al via il concorso “#Scuoleinnovative”

Edilizia scolastica: al via il concorso “#Scuoleinnovative”

E’ stato presentato il 5 maggio 2016 presso la sede del Miur il concorso di idee “#Scuoleinnovative”, bando internazionale rivolto a Ingegneri, Architetti, Società di ingegneria e Società professionali italiane e straniere, finalizzato alla creazione di spazi didattici innovativi, ad alta prestazione energetica, e con aree verdi fruibili, per 52 nuove Scuole.

L’iniziativa, prevista dalla “Legge La Buona Scuola”, si propone di fare di questi Istituti “pionieri” dei modelli per l’intero territorio nazionale. La pubblicazione del bando, prevista per il 10 maggio sul sito www.Scuoleinnovative.It, non risulta ad oggi essere stata perfezionata.

Il Governo ha anticipato che la procedura si svolgerà esclusivamente on line attraverso la piattaforma “concorrimi” messa a disposizione dall’Ordine degli Architetti di Milano e che una Commissione di esperti individuerà le prime 3 proposte vincitrici, che saranno premiate, rispettivamente, con 25.000, 10.000 e 5.000 Euro.

L’Inail si farà carico delle spese per l’acquisto e la realizzazione delle Scuole, mentre il Miur pagherà i canoni di locazione per 30 anni con fondi messi a disposizione dalla “Legge Buona Scuola”.  Gli studenti che frequenteranno i nuovi edifici saranno coinvolti nella progettazione della loro Scuola con una consultazione telematica a livello nazionale.


Related Articles

Sostituto d’imposta: ribadita la tassazione separata sui compensi solo se sussistono determinati presupposti

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 269 del 20 aprile 2021, ha fornito chiarimenti in ordine al trattamento fiscale

Divieto di assunzione: mancata approvazione dei documenti di bilancio

Nella Delibera n. 130 del 27 novembre 2018 della Corte dei conti Campania, il Presidente del Consiglio regionale ha chiesto

Comuni con meno di 500 abitanti: in arrivo contributi per la perdita di entrate dovuta al “Covid-19”

Sulla G.U. n. 140 del 28 maggio 2021 è stato pubblicato il Decreto 28 maggio 2021, emanato dal Viminale di