Trasferimenti erariali: in arrivo fondi ai Comuni per la manutenzione straordinaria di strade, marciapiedi e arredo urbano

Sul sito del Viminale, Direzione centrale per la Finanza locale, è stato pubblicato il Decreto 14 gennaio 2022 del Ministero dell’Interno – attuativo dell’art. 1, commi 407-414, della Legge n. 234/2021 (vedi Entilocalinews n. 2 del 10 gennaio 2022) – relativo all’assegnazione ai Comuni di contributi per Investimenti finalizzati alla manutenzione straordinaria delle strade comunali, dei marciapiedi e dell’arredo urbano nel limite complessivo di Euro 200 milioni per l’anno 2022 e Euro 100 milioni per il 2023.

Il contributo per l’anno 2022 è stato assegnato secondo le seguenti fasce:

  • ai Comuni con popolazione inferiore o uguale a 5.000 abitanti, nella misura di Euro 10.000 ciascuno;
  • ai Comuni con popolazione tra 5.001 e 10.000 abitanti, nella misura di Euro 25.000 ciascuno;
  • ai Comuni con popolazione tra 10.001 e 20.000 abitanti, nella misura di Euro 60.000 ciascuno;
  • ai Comuni con popolazione tra 20.001 e 50.000 abitanti, nella misura di Euro 125.000 ciascuno;
  • ai Comuni con popolazione tra 50.001 e 100.000 abitanti, nella misura di Euro 160.000 ciascuno;
  • ai Comuni con popolazione tra 100.001 e 250.000 abitanti nella misura di Euro 230.000 ciascuno;
  • ai Comuni con popolazione superiore a 250.000 abitanti, nella misura di Euro 350.000 ciascuno.

Per l’anno 2023, il contributo è pari alla metà di quanto stabilito per l’anno 2022.

Gli Enti beneficiari sono tenuti ad iniziare l’esecuzione dei lavori, rispettivamente, entro il 30 luglio 2022 per i contributi relativi all’anno 2022 ed entro il 30 luglio 2023 per quelli relativi all’anno 2023. Nei casi di mancato rispetto dei termini o di parziale utilizzo dei fondi verificati attraverso il Sistema di monitoraggio delle opere pubbliche (“Mop”) della “Bdap”, è prevista la revoca del contributo, in tutto o in parte, con successivi Decreti ministeriali.

L’importo stanziato per ciascun Ente è disponibile nell’Allegato “A al Decreto. All’interno del Decreto, inoltre, sono definiti i tempi per l’erogazione del contributo e le modalità per accedervi.

Link al Decreto 14 gennaio 2022.