Trasferimenti erariali: l’Anci punta il dito verso i ritardi nello sblocco dei fondi spettanti ai Comuni  

Trasferimenti erariali: l’Anci punta il dito verso i ritardi nello sblocco dei fondi spettanti ai Comuni   

Con una lettera indirizzata al Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan, il Presidente dell’Anci Piero Fassino ha evidenziato i ritardi accumulatisi nello sblocco delle risorse (prima tra tutte l’assegnazione definitiva del “Fondo di solidarietá comunale 2014”) che spettano ai Comuni.

Come si apprende dalla Nota pubblicata sul sito istituzionale dell’Associazione il 28 ottobre 2014, Fassino ha invitato a formalizzare al piú presto i Decreti previsti dalle norme per l’assegnazione di risorse ai Comuni, nonché all’erogazione delle somme spettanti, per evitare agli stessi Comuni ‘‘gravi difficoltá nella gestione finanziaria, oltre che rischi di carenza di liquiditá’’.

Il primo cittadino di Torino ha anche messo l’accento sulla attuale situazione di ‘‘obiettiva incertezza, a poche settimane dai termini per l’assestamento di bilancio di previsione 2014’’. Oltre al giá citato saldo del “Fondo di solidarietá comunale 2014”, secondo il Presidente Anci, mancano ad oggi all’appello risorse per oltre un miliardo di Euro, tra cui: i 110,7 milioni di contributo compensativo come ‘ristoro da riduzione del moltiplicatore dei terreni agricoli dei coltivatori diretti ed esenzione dall’Imu dei fabbricati rurali’, il conguaglio Imu 2013 (348,5 milioni di Euro) derivante dall’abolizione del prelievo sull’abitazione principale e i 625 milioni previsti dal Dl. n. 16/2014 (compensazioni Imu/Tasi).


Tags assigned to this article:
fassinofondo solidarietà comunaleMef

Related Articles

Revisori Regioni: emanate le “Linee guida” della Sezione Autonomie per la Relazione al bilancio di previsione e quella relativa al rendiconto

Sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n. 57 del 10 marzo 2015 (S.O. n. 9) due Delibere della Corte dei

Informativa Antimafia e Provvedimento prefettizio

Nella Sentenza n. 319 dell’11 gennaio 2021 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che dal provvedimento favorevole, emanato all’esito

Contribuenti decaduti: l’Agenzia delle Entrate chiarisce le condizioni per la riammissione al pagamento rateale

Con la Circolare n. 13/E del 22 aprile 2016, pubblicata sul proprio sito istituzionale, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti