Trasferimenti erariali: prorogato il termine per l’affidamento dei lavori di messa in sicurezza delle scuole finanziati dal “Decreto del fare”

Trasferimenti erariali: prorogato il termine per l’affidamento dei lavori di messa in sicurezza delle scuole finanziati dal “Decreto del fare”

E’ stato prorogato di 2 mesi, dal 28 febbraio al 30 aprile 2014, il termine per l’affidamento, da parte degli Enti Locali, degli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici, finanziati ai sensi dell’art. 18, comma 8-ter, del Dl. n. 69/13, convertito con modificazioni dalla Legge n. 98/13 (“Decreto del fare”).

A renderlo noto, con il Comunicato 2 aprile 2014 pubblicato sul proprio sito, è il Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca (Miur).

Alla data della scadenza iniziale, si apprende dal Comunicato, “risultavano assegnati 207 interventi su 692 ammessi al finanziamento, per un totale di 35,7 milioni di Euro. Quindi meno del 30% degli interventi possibili, e meno di un quarto delle risorse a disposizione […] La proroga sta permettendo di non vanificare il lavoro fatto per l’assegnazione di queste preziose risorse”.

Ricordiamo che, a proposito dei fondi in questione, avevamo evidenziato l’opportunità di una proroga della scadenza in oggetto, in ragione della tardiva pubblicazione del Dpcm. 22 gennaio 2014 (pubblicato sulla G.U. n. 64 del 18 marzo 2014, ben oltre dunque la scadenza del 28 febbraio) relativo ai poteri derogatori concessi a Sindaci e Presidenti delle Province ai fini dell’attuazione, negli stretti tempi previsti, degli adempimenti relativi a questi interventi. Stando a quanto disposto dall’art. 18 del “Decreto del fare”, il mancato affidamenti dei lavori avrebbe dovuto comportare la revoca del finanziamento concesso. Per oltre due terzi dei beneficiari dunque si riapre la possibilità di realizzare le opere urgenti individuate.


Tags assigned to this article:
scuolesicurezzatrasferimenti

Related Articles

“Fondo per il salario accessorio”: possibile l’incremento con i risparmi derivanti dalla diminuzione del numero delle p.o.

Nella Delibera n. 49 del 21 giugno 2017 della Corte dei conti Friuli Venezia Giulia, un Comune chiede un parere

Consorzio stabile: sì alla sostituzione dell’impresa raggiunta da interdittiva anche prima della stipula del contratto

Nella Sentenza n. 1079 del 2 novembre 2016 del Tar Calabria un Consorzio, ricorrente, nella veste di Consorzio stabile, ha

Imposta di bollo: non si applica sulla certificazione di avvenuta registrazione delle opere protette nel Registro pubblico generale

Con la Risoluzione n. 34/E del 16 marzo 2017, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti alla Direzione del Ministero istante

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.