Trasmissione telematica dei corrispettivi: per la decorrenza dell’eventuale obbligo rileva il volume d’affari dell’anno precedente

Trasmissione telematica dei corrispettivi: per la decorrenza dell’eventuale obbligo rileva il volume d’affari dell’anno precedente

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 209 del 26 giugno 2019, ha fornito un nuovo chiarimento in ordine alla determinazione del volume d’affari, al fine di stabilire la decorrenza dell’obbligo – salvo esoneri soggettivi – di trasmissione telematica dei corrispettivi, se dal 1° luglio 2019 o se dal 1° gennaio 2020.

L’Agenzia ha ricordato che l’art. 2, comma 1, del Dlgs. n. 127/2015, dispone che, “a decorrere dal 1° gennaio 2020 i soggetti che effettuano le operazioni di cui all’art. 22 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, memorizzano elettronicamente e

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Risorse provenienti dall’Ue: non possono ritenersi neutre ai fini del rispetto dell’obiettivo di saldo di finanza pubblica

Nella Delibera n. 28 del 10 ottobre 2016 della Corte dei conti Autonomie, la questione controversa, rimessa dalla Sezione per

Processo tributario: il fatto che la questione oggetto di contenzioso sia controversa non costituisce motivo sufficiente per la compensazione

Nella Sentenza n. 2519 del 24 dicembre 2015 della Ctr Calabria, i Giudici rilevano che la condanna al pagamento delle

Personale P.A.: via libera della Cassazione agli arresti domiciliari per l’assenteista abituale

Nella Sentenza n. 3289 del 26 gennaio 2016 della Corte di Cassazione, agli indagati è stato contestato, con riguardo al

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.