Trasparenza: ultimi giorni disponibili per usare l’applicativo per gli adempimenti introdotti dalla “Legge Anticorruzione”

Trasparenza: ultimi giorni disponibili per usare l’applicativo per gli adempimenti introdotti dalla “Legge Anticorruzione”

L’Autorità nazionale Anticorruzione ha reso noto, in data 30 gennaio 2015, che per agevolare gli adempimenti di cui all’art. 1, comma 32, della Legge n. 190/12, l’applicativo sarà utilizzabile fino al prossimo 7 febbraio 2015.

Con l’avviso in questione, l’Anac ha ricordato che, per adempiere all’obbligo di pubblicazione dei dati in formato aperto (ai sensi dell’art. 1 comma 32 Legge n. 190/12 conforme alle disposizioni di cui alla Deliberazione n. 26 del 22 maggio 2013 e al Comunicato del Presidente dell’Autorità 27 maggio 2013), le stazioni appaltanti devono:

  1. trasmettere all’Autorità, entro il 31 gennaio 2015, solo mediante Pec all’indirizzo comunicazioni@pec.avcp.it, un messaggio di Pec attestante l’avvenuto adempimento. Tale messaggio Pec deve riportare obbligatoriamente, nell’apposito modulo Pdf (si deve utilizzare esclusivamente la versione del modulo aggiornata al 12 gennaio 2015), il codice fiscale della stazione appaltante e l’Url di pubblicazione del file Xml per l’anno 2015;
  2. pubblicare sul proprio sito web istituzionale le informazioni di cui all’art. 3 della Deliberazione n. 26 del 22 maggio 2013 secondo la struttura e le modalità definite dall’Autorità (vedi specifiche tecniche aggiornate per la pubblicazione dei dati in file Xml).

Related Articles

Ici: area scoperta per lo svolgimento l’attività di Impresa

Nell’Ordinanza n. 4223 del 13 febbraio 2019 della Corte di Cassazione, un Consorzio proponeva ricorso avverso l’avviso di accertamento Ici

Osl: ambito temporale di competenza

Nella Delibera n. 107 del 10 maggio 2019 della Corte dei conti Campania, un Sindaco chiede se, ai fini dell’individuazione

“Fondo salario accessorio 2020”: adeguamento del limite ex art. 33, comma 2, del Dl. n. 34/2019

Nella Delibera n. 95 del 30 luglio 2020 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha formulato alcuni quesiti inerenti