Trasparenza: ultimi giorni disponibili per usare l’applicativo per gli adempimenti introdotti dalla “Legge Anticorruzione”

Trasparenza: ultimi giorni disponibili per usare l’applicativo per gli adempimenti introdotti dalla “Legge Anticorruzione”

L’Autorità nazionale Anticorruzione ha reso noto, in data 30 gennaio 2015, che per agevolare gli adempimenti di cui all’art. 1, comma 32, della Legge n. 190/12, l’applicativo sarà utilizzabile fino al prossimo 7 febbraio 2015.

Con l’avviso in questione, l’Anac ha ricordato che, per adempiere all’obbligo di pubblicazione dei dati in formato aperto (ai sensi dell’art. 1 comma 32 Legge n. 190/12 conforme alle disposizioni di cui alla Deliberazione n. 26 del 22 maggio 2013 e al Comunicato del Presidente dell’Autorità 27 maggio 2013), le stazioni appaltanti devono:

  1. trasmettere all’Autorità, entro il 31 gennaio 2015, solo mediante Pec all’indirizzo comunicazioni@pec.avcp.it, un messaggio di Pec attestante l’avvenuto adempimento. Tale messaggio Pec deve riportare obbligatoriamente, nell’apposito modulo Pdf (si deve utilizzare esclusivamente la versione del modulo aggiornata al 12 gennaio 2015), il codice fiscale della stazione appaltante e l’Url di pubblicazione del file Xml per l’anno 2015;
  2. pubblicare sul proprio sito web istituzionale le informazioni di cui all’art. 3 della Deliberazione n. 26 del 22 maggio 2013 secondo la struttura e le modalità definite dall’Autorità (vedi specifiche tecniche aggiornate per la pubblicazione dei dati in file Xml).

Related Articles

Cani randagi: illegittimo il Regolamento comunale che contempli il divieto di nutrirli

  Nella Sentenza n. 1135 del 27 giugno 2015, del Tar Calabria, i Giudici statuiscono che, nell’esercizio della funzione di

Formazione dipendenti pubblici: se si protrae oltre orario deve essere riconosciuto lo straordinario

Il tempo dedicato alla formazione è da considerarsi a tutti gli effetti attività lavorativa e se questa si protrae oltre

Integrazione e inclusione sociale: Bandi Ue per finanziare Progetti sportivi

L’Unione europea, attraverso 2 specifici Bandi, mira a promuovere lo Sport come strumento di integrazione e inclusione sociale dei rifugiati