Unico atto idoneo a provare l’avvenuta notifica in caso di smarrimento dell’avviso di ricevimento è il suo duplicato

Unico atto idoneo a provare l’avvenuta notifica in caso di smarrimento dell’avviso di ricevimento è il suo duplicato

Nella Sentenza n. 14574 del 6 giugno 2018 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame riguarda l’atto idoneo a provare l’avvenuta notifica in caso di smarrimento dell’avviso di ricevimento. La Suprema Corte rileva che l’unico atto idoneo a provare l’avvenuta notifica, in caso di smarrimento dell’avviso di ricevimento, è il suo duplicato, previsto dall’art. 8 del Dpr. n. 655/82, senza che possa attribuirsi la medesima efficacia probatoria al registro di consegna o ad altra attestazione dell’Agente postale. In particolare, i Giudici di legittimità specificano che, in tema di notificazione a mezzo del “servizio postale”, l’avviso di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Notifica atti tributari: applicazione dell’art. 145 del Codice di procedura civile

Nella Sentenza n. 11936 del 10 giugno 2016, la Corte di Cassazione statuisce che gli atti tributari devono essere notificati

Notificazione avviso di accertamento

Nella Sentenza n. 709 del 6 novembre 2018 della Ctr Molise, i Giudici statuiscono che la notifica a mezzo posta,

Tares: le indicazioni Mef in merito a maggiorazione e formato della Determina di certificazione del rimborso

Con Comunicato pubblicato il 31 maggio 2016 sul proprio sito istituzionale, il Mef – Dipartimento delle Finanze, ha fornito indicazioni