Unioni civili e convivenze di fatto: le novità introdotte dalla “Legge Cirinnà”

Unioni civili e convivenze di fatto: le novità introdotte dalla “Legge Cirinnà”

Sulla G.U. del 21 maggio è stata pubblicata la Legge 20 maggio 2016, n. 76, avente ad oggetto “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze”: tale disciplina entrerà in vigore al termine dell’ordinario periodo di vacatio legis il 5 giugno 2016.

La novella legislativa si pone al termine di un lungo dibattito sull’ammissibilità stessa di una disciplina in materia ed in ogni caso sulle modalità di normazione dei legami familiari non matrimoniali, dibattito in cui è ripetutamente intervenuta la Corte Costituzionale, e dovuto al fatto che la Costituzione contiene un art. 29

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Imu: i primi dieci comuni italiani assorbono quasi un quarto del gettito nazionale

DOSSIER A CURA DI CENTRO STUDI ENTI LOCALI Ai comuni del nord più di metà delle entrate Imu complessive Saldo

Risorse provenienti dall’Ue: non possono ritenersi neutre ai fini del rispetto dell’obiettivo di saldo di finanza pubblica

Nella Delibera n. 28 del 10 ottobre 2016 della Corte dei conti Autonomie, la questione controversa, rimessa dalla Sezione per

Trasferimenti erariali: ripartito per il 2020 il “Fondo per contenziosi connessi a Sentenze esecutive relative a calamità o cedimenti”

Con Dpcm. 8 giugno 2020, pubblicato sulla G.U. n. 239 del 29 settembre 2020, sono stati determinati gli importi attribuiti