Utilizzazione delle anticipazioni di liquidità nei bilanci degli Enti territoriali

Utilizzazione delle anticipazioni di liquidità nei bilanci degli Enti territoriali

Con l’Audizione del 22 ottobre 2015 della Sezione delle Autonomie presso la Commissione parlamentare per l’attuazione del Federalismo fiscale, viene reso noto che i principi affermati dalla Sentenza n. 181/15 della Corte Costituzionale e la necessità di dare attuazione alla disciplina contabile introdotta dal Dlgs. n. 118/11 (anche per gli Enti Locali) impongono un’attenta valutazione delle modalità di rappresentazione contabile delle anticipazioni di liquidità da parte degli Enti territoriali. La problematica è, evidentemente, in stretto rapporto con quella del pagamento dei debiti arretrati della Pubblica Amministrazione e delle misure normative introdotte per agevolarne, nel medio e lungo periodo, lo smaltimento.

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Norma sul finanziamento dei “livelli essenziali delle prestazioni”: incostituzionalità

Nella Sentenza n. 235 del 10 novembre 2017 della Corte Costituzionale, i Giudici si esprimono sulla legittimità costituzionale dell’art. 3,

Incentivi per funzioni tecniche: non sono spesa di personale

Nella Delibera n. 72 del 9 aprile 2019 della Corte dei conti Veneto, un Sindaco chiede un parere in merito

Unioni di Comuni e Comunità montane: ripartiti i contributi per i servizi di competenza statale

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale ha diffuso, con il Comunicato 18 novembre 2014, l’elenco degli importi