Validità dell’offerta: legittima l’assegnazione di un termine perentorio per il rinnovo dell’offerta trascorsi 180 giorni dalla presentazione

Validità dell’offerta: legittima l’assegnazione di un termine perentorio per il rinnovo dell’offerta trascorsi 180 giorni dalla presentazione

Nella Delibera n. 125 del 12 febbraio 2020 dell’Anac, una Società, in qualità di mandataria di un costituendo Rti, ha contestato l’esclusione del medesimo da una gara, disposta in ragione del mancato riscontro, entro i termini decadenziali a tal uopo fissati, alla nota con cui la Stazione appaltante chiedeva di rinnovare l’offerta e la validità della cauzione provvisoria prestata, atteso che erano trascorsi più di 180 giorni dalla scadenza dei termini per la loro presentazione e che le operazioni di gara non si erano ancora concluse.

L’Anac chiarisce che nelle procedure ad evidenza pubblica, quando siano passati più di 180 giorni dalla scadenza dei termini per la presentazione delle offerte e le operazioni di gara non si siano ancora concluse, risponde ai principi di buona amministrazione, economicità, efficacia e concentrazione delle operazioni di gara, l’assegnazione da parte della stazione appaltante di un termine perentorio per la trasmissione del rinnovo dell’offerta e della cauzione provvisoria, a condizione che il termine assegnato risulti ragionevole e congruo. Nel caso di specie risulta pertanto conforme alla normativa di settore del costituendo Rti istante.


Related Articles

Anci su ipotesi abolizione tributi: “Urge confronto con Governo su compensazioni a Comuni”

  Sono sempre più frequenti, da parte di esponenti dell’attuale Esecutivo, gli annunci relativi alla presunta imminente soppressione di Imu

Piano dei conti integrato: pubblicata la bozza del Glossario

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze-Ragioneria generale dello Stato, ha pubblicato sul proprio sito istituzionale la bozza del Glossario del

“Fondo per le risorse decentrate” del personale per l’annualità 2017: il parere della Corte Liguria sui limiti

Nella Delibera n. 64 del 21 luglio 2017 della Corte dei conti Liguria, un Comune ha chiesto un parere in

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.