Variazione valore terreno: per motivarlo non basta il richiamo della Delibera comunale sui valori medi

Variazione valore terreno: per motivarlo non basta il richiamo della Delibera comunale sui valori medi

Nella Sentenza n. 5426/64/14 della Ctr Lombardia, i Giudici hanno rigettato l’appello proposto dall’Ente comunale in una controversia riguardante alcuni avvisi di accertamento Ici. Nello specifico la Commissione ha statuito che in materia di Ici, la motivazione dell’avviso di rettifica del valore di un terreno non può esaurirsi nel mero richiamo della Delibera del Consiglio comunale che ha determinato i valori medi sulla scorta di elaborati comparativi. I valori medi non possono applicarsi automaticamente senza verificare la condizione del singolo terreno. Nella fattispecie in esame la proprietà dei ricorrenti era a livello inferiore a quello della strada e il fondo era intercluso, potendo accedere alla strada pubblica solamente fruendo di servitù di passaggio su altro fondo. Sul fondo erano presenti una cabina elettrica e un condotto di gas metano.

Tutte circostanze di cui l’Amministrazione non ha tenuto conto, pur se incidenti negativamente sul valore, a ciò si è aggiunta l’insufficiente valutazione comparativa posto che altra comparazione è stata adottata dai contribuenti con valori decisamente inferiori a quello stabilito dal Comune.


Related Articles

Concorso: illegittimo il bando che richieda titoli di accesso ultronei rispetto al posto da ricoprire

Nella Sentenza n. 6972 del 14 ottobre 2019 del Consiglio di Stato, la questione controversa concerneva il ricorso presentato da

Commercio e attività produttive: per professionisti e imprese scatta l’obbligo di dotarsi di Pos

A partire dal 28 marzo 2014 gli esercenti – professionisti e imprese – dovranno dotarsi di Pos in modo tale

Pagamento Imposta comunale di pubblicità e Cosap: non si tratta di doppia imposizione in quanto i presupposti sono diversi

Nella Sentenza n. 11673 dell’11 maggio 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda l’impugnazione di alcuni avvisi di