Verifica dell’anomalia: non deve alterare l’equilibrio economico dell’offerta

Verifica dell’anomalia: non deve alterare l’equilibrio economico dell’offerta

Nella Sentenza 487 del 15 gennaio 2021 del Consiglio di Stato, i Giudici si esprimono nell’ambito del sub-procedimento di verifica dell’anomalia dell’offerta., ribadendo l’ammissibilità della modifica delle giustificazioni delle singole voci di costo, non solo in correlazione a sopravvenienze di fatto o di diritto, ma anche al fine di porre rimedio ad originari e comprovati errori di calcolo, sempre che resti ferma l’entità originaria dell’offerta economica, nel rispetto del principio dell’immodificabilità, che presiede la logica della par condicio tra i competitori.

Al proposito, i Giudici considerano un duplice limite:

  • il divieto di una radicale modificazione della composizione dell’offerta che ne
Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Semplificazione amministrativa: Circolare “Servizi Demografici” sulle comunicazioni telematiche per i Comuni

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per i Servizi Demografici, ha pubblicato sul proprio sito la Circolare n. 11 del

Applicazione simultanea di regole di concorrenza nazionali e dell’Ue: le conclusioni dell’Avvocato Generale Nils Wahl

Avvocato Generale Nils Wahl, 29/11/2018 n. C-617/17   Sull’applicazione o meno del principio del ne bis in idem qualora, in

Decorrenza del termine per impugnare l’ammissione di un concorrente alla gara

Nella Sentenza n. 22 del 23 aprile 2019 del Tar Valle d’Aosta, i Giudici chiariscono che il termine di impugnazione

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.