Vetrofanie e Imposta sulla pubblicità

Vetrofanie e Imposta sulla pubblicità

Nell’Ordinanza n. 1360 del 18 gennaio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che costituisce fatto imponibile qualsiasi mezzo di comunicazione con il pubblico, il quale risulti – indipendentemente dalla ragione e finalità della sua adozione – obbiettivamente idoneo a far conoscere indiscriminatamente alla massa indeterminata di possibili acquirenti ed utenti cui si rivolge il nome, l’attività ed il prodotto di una Azienda, non implicando la funzione pubblicitaria una vera e propria operazione reclamistica o propagandistica. Infatti, la Suprema Corte specifica che occorre distinguere la funzione sostanzialmente decorativa da quella pubblicitaria in grado di veicolare un messaggio

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Appalti: discrezionalità della stazione appaltante rispetto alla gravità del reato

Nella Sentenza n. 5679 del 18 novembre 2014 del Consiglio di Stato, i Giudici si esprimono sulla discrezionalità della stazione

Spese Uffici giudiziari: Anci chiede i rimborsi per le spese pregresse anticipate dai Comuni

Con una lettera inviata il 30 settembre 2015 al Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, il Presidente dell’Anci, Piero

Ici/Imu: se la struttura sanitaria è in corso di realizzazione l’esenzione non spetta

Nella Sentenza n. 6712 del 2 aprile 2015 della Corte di Cassazione, una Fondazione gerente una struttura sanitaria in ambito

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.