Vice-Presidente di un Consorzio: non sempre può essere Pubblico Ufficiale

Vice-Presidente di un Consorzio: non sempre può essere Pubblico Ufficiale

Nella Sentenza n. 55382 del 12 dicembre 2017 della Corte di Cassazione, il Vice-Presidente di un Consorzio a capitale interamente pubblico e avente come oggetto sociale la gestione di Servizi idrici, veniva accusato del reato di concussione per avere, nella sua qualità di Pubblico Ufficiale, costretto un dipendente dello stesso Consorzio a versargli la somma di 2.200 Euro in contanti, per evitare che quest’ultimo fosse licenziato. Dunque, di fronte ad un procedimento disciplinare che pendeva nei confronti del dipendente, il Vice-Presidente aveva offerto la possibilità di un suo intervento risolutivo in cambio della somma di denaro. La Suprema Corte rileva

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Gestione Enpdep: istituiti i codici per il versamento dei contributi

Con la Risoluzione n. 54/E del 29 maggio 2015, l’Agenzia delle Entrate ha istituito le causali contributo per consentire il

Tributi locali: semplificazioni della procedura di “Certificazione rimborsi al cittadino”

Sul sito del “Portale del Federalismo fiscale”, in data 1° dicembre 2016, il Mef comunica che, in merito alle procedure

Finanza pubblica: notificata la mancata conversione del “Decreto Salva Regioni”

Con un Comunicato pubblicato sulla G.U. n. 10 del 14 gennaio 2016, il Ministero della Giustizia ha notificato la mancata