Cittá metropolitane: vertice Anci-Governo su risorse finanziarie e funzioni dei nuovi Enti  

Cittá metropolitane: vertice Anci-Governo su risorse finanziarie e funzioni dei nuovi Enti   

Questa mattina il Segretario dell’Anci,Piero Fassino, e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, saranno protagonisti di un nuovo confronto sul tema delle Cittá metropolitane.

In una Nota diffusa ieri sul sito istituzionale Anci, il Sindaco di Torino ha parlato di “grande preoccupazione che ci deriva da un quadro di  fragilità e precarietà che rende molto complesso il decollo delle Città metropolitane”.

Tra i nodi da sciogliere, per il Presidente dell’Associazione nazionale dei Comuni, ci sono le risorse finanziarie a disposizione delle Cittá metropolitane – a suo parere insufficienti – e il quadro non ancora definito delle funzioni attribuite a questi Enti recentemente “ridisegnati” dalla Legge n. 56/14 che porta proprio la firma del suo interlocutore, Graziano Delrio.

Non è chiaro – ha detto Fassino – il quadro delle funzioni a cui le Città metropolitane dovrebbero attendere, perché alle funzioni fondamentali che la legge prevede si aggiungono le funzioni che dovrebbero essere delegate dalle Regioni su cui non ci sono orientamenti chiari anche perché ogni Regione ha un orientamento diverso”.

Il Presidente Anci ha inoltre fortemente criticato il fatto che questi nuovi Enti debbano farsi carico delle penali per lo sforamento del Patto di stabilità compiuto dalle Province o l’assenza – ad oggi –  di una mappa che indichi i posti vacanti nelle P.A. in maniera tale da poter procedere alla riallocazione del personale delle Province cosí come prescritto dalla “Legge Delrio”.


Tags assigned to this article:
Città metropolitane

Related Articles

Province: al via la ricognizione dei posti da destinare alla ricollocazione del personale coinvolto nei processi di mobilità

E’ operativo l’applicativo telematico attraverso il quale sarà operata la ricognizione dei posti da destinare alla ricollocazione del personale delle

Durc e autocertificazione: non si applica l’invito alla regolarizzazione e la verifica va effettuata alla data della dichiarazione

Tar Sicilia, Palermo, Sezione III, Sentenza n. 660 del 12 marzo 2015 La procedura di regolarizzazione contributiva prevista dall’art. 7,

“Fondo di solidarietà comunale”: la Conferenza Stato-Città del 24 marzo 2016 ne determinerà il riparto

Il 24 marzo 2016 Anci e Governo si confronteranno – nell’ambito della Conferenza Stato-Città – per  giungere ad un accordo