E-fatture e rispetto della privacy: necessaria una nuova proroga al 30 settembre 2021 dei termini per la consultazione e memorizzazione

E-fatture e rispetto della privacy: necessaria una nuova proroga al 30 settembre 2021 dei termini per la consultazione e memorizzazione

Con il Provvedimento 30 giugno 2021, l’Agenzia delle Entrate ha disposto una nuova proroga, fino al 30 settembre 2021, per la memorizzazione delle fatture elettroniche, prevedendo altresì, per gli operatori Iva, i loro Intermediari delegati e i consumatori finali la possibilità di aderire, entro lo stesso termine, al Servizio di consultazione e acquisizione delle proprie fatture elettroniche.

Questa ulteriore proroga è finalizzata a concludere l’ultima fase del confronto con il Garante per la protezione dei dati personali per la definizione delle modalità di attuazione delle disposizioni del collegato fiscale alla “Legge di bilancio 2020” (art. 14 del Dl. n. 124/2019) che ha previsto termini più ampi per la memorizzazione delle fatture elettroniche che transitano per il Sistema di interscambio (“Sdi”) e la possibilità del relativo utilizzo nello svolgimento delle attività istituzionali dell’Amministrazione finanziaria.

Nel Comunicato-stampa di accompagnamento al Provvedimento si legge che, per dare attuazione alla norma nel rispetto dei Principi di minimizzazione e di proporzionalità nel trattamento dei dati personali, secondo quanto previsto dal Garante, è stato avviato un Tavolo di lavoro con l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali. Grazie al proficuo confronto, sono state condivise gran parte delle soluzioni per la gestione e la memorizzazione delle fatture elettroniche sia relative alle cessioni di beni e prestazioni di servizi tra operatori economici (B2B), sia relative a operazioni effettuate nei confronti dei consumatori finali (B2C) di cui restano ancora da condividere alcuni aspetti oggetto di valutazioni da parte dell’Autorità Garante.

I lavori del Tavolo tra Garante e Agenzia sui rimanenti aspetti potranno essere completati nel periodo “transitorio”, prorogato al 30 settembre 2021, entro cui l’Agenzia è autorizzata a continuare a memorizzare le fatture che sono transitate nello “Sdi” dal 2018 a oggi e a memorizzare le fatture che verranno emesse dal 1° luglio 2021, dando la possibilità ai contribuenti di aderire al Servizio di consultazione.


Related Articles

Imposta sulla pubblicità: logo sul fascione della pensilina della stazione di servizio

Nell’Ordinanza n. 8427 del 31 marzo 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda l’avviso di pagamento dell’Imposta sulla

Trasferimenti erariali: “Fondo europeo rimpatri”, pubblicate le graduatorie dei Progetti relativi all’Azione 6 del Programma 2013

Il Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà civili e l’immigrazione, Direzione centrale dei Servizi civili per l’Immigrazione e l’Asilo,

Servizi demografici: la Bolivia aderisce alla Convenzione dell’Aja, per i documenti “apostillati” non serve la legalizzazione consolare

Non è più necessario chiedere la legalizzazione consolare di atti pubblici boliviani, già muniti di “apostille”. Ciò in quanto, in

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.