Emissione Mav: contributo dovuto dalle stazioni appaltanti all’Anac

Emissione Mav: contributo dovuto dalle stazioni appaltanti all’Anac

Con la Nota 7 febbraio 2017, l’Anac ha reso noto che è disponibile, sul Servizio “Riscossione Contributi”, il Mav riguardante la contribuzione dovuta dalle stazioni appaltanti per le gare pubblicate nel quadrimestre settembre-dicembre 2016, con scadenza pagamento 10 marzo 2017.

Il servizio è disponibile dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle 18.00. Al di fuori di queste fasce orarie potrà essere soggetto a temporanee interruzioni senza preavviso. In caso di pagamento on line la ricevuta sarà resa disponibile entro le ore 11.00 del primo giorno lavorativo successivo a quello di esecuzione della transazione. Laddove le condizioni impongano il pagamento in prossimità della data di scadenza per la presentazione delle offerte, l’operatore potrà recarsi presso una delle ricevitorie abilitate che offrono garanzia di disponibilità immediata della ricevuta di pagamento se la transazione va a buon fine.

Per poter accedere al servizio come stazione appaltante occorre:

  1. essere registrati come utenti dei servizi dell’Autorità come descritto nella Sezione “Registrazione e Profilazione Utenti”;
  2. richiedere il profilo di “Contribuente” associato al soggetto rappresentato “Stazione Appaltante” dalla pagina di creazione profili;
  3. accedere al servizio.

Il mancato pagamento del contributo comporta l’avvio della procedura di riscossione coattiva, mediante ruolo, delle somme non versate sulle quali saranno dovute, oltre agli interessi legali, le maggiori somme ai sensi della normativa vigente.


Related Articles

Refezione scolastica: la clausola che prevede la disponibilità di un centro di cottura è espressione del livello minimo di capacità

Nella Sentenza n. 5499 del 24 novembre 2020 del Consiglio di Stato, i Giudici si sono pronunciati sul ricorso proposto

Incentivi per funzioni tecniche: possono essere riconosciuti anche a favore del dipendente di altra P.A. che aiuta la Stazione appaltante

Nella Delibera n. 87 del 12 ottobre 2020 della Corte dei conti Emilia Romagna, viene chiesto se il tecnico dipendente

Revoca in autotutela dell’appalto anche dopo l’aggiudicazione definitiva: possibile purché ben motivata

Nella Sentenza n. 73 del 12 febbraio 2016 del Tar Molise, i Giudici affermano che non è precluso alla stazione