Fatturazione elettronica: riaperti i termini per compilare il questionario Ifel-Agid

Fatturazione elettronica: riaperti i termini per compilare il questionario Ifel-Agid

L’Anci e l’Agenzia per l’Italia digitale hanno riaperto – in ragione dell’adesione finora solo parziale da parte dei Comuni – i termini per compilare e trasmettere il Questionario relativo all’avvio della fatturazione elettronica.

Ai Comuni era stato chiesto di trasmettere entro il 27 ottobre 2014 il Questionario redatto dalla citata Agenzia, ma ora, con una Lettera a firma del Segretario generale Anci, Veronica Nicotra, è stata notificata la possibilità di inviarlo entro il nuovo termine del 23 gennaio 2013 all’indirizzo fatturazione.elettronicaPA@agid.gov.it eper conoscenza all’indirizzo fatturaelettronica@fondazioneifel.it.

Veronica Nicotra ha ricordato agli Enti Locali quanto sia fondamentale che i Comuni arrivino preparati all’importante appuntamento del 31 marzo 2015, data in cui la fatturazione elettronica sará estesa a tutte le Pubbliche Amministrazioni. La comunicazione è stata inoltre corredata da un documento che riassume i principali adempimenti e le attività necessarie per portare a termine l’adozione della fattura elettronica.

Allegati: 

Accordo Anci

Agenzia digitale

Guida fattura elettronica

Lettera digitale

Piano di diffusione

Questionario digitale


Tags assigned to this article:
agidfatturazione elettronicaIfelquestionario

Related Articles

Iva su somme erogate da Enti pubblici ad Imprese: ribadito il non assoggettamento ad Iva se manca il rapporto negoziale

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 168 del 29 maggio 2019, è intervenuta di nuovo in

Aspettativa per avvio di attività professionali e imprenditoriali: esclusa la possibilità di contemporaneo rapporto di lavoro subordinato con privati

Il Dipartimento della Funzione pubblica, con il Parere Prot. Dfp-0019365-P-24/03/2021, ha chiarito che il dipendente pubblico non può svolgere contemporaneamente

Contratti pubblici: estesa ai Comuni la possibilità di acquisti autonomi inferiori a Euro 40.000

Con il Comunicato 8 gennaio 2016, il Presidente dell’Anac rende noto, ad integrazione e parziale rettifica di quanto previsto nel