La versione finale delle Linee Guida Edpb sull’art. 23 Gdpr costituiscono un monito per legislatore e Titolari del trattamento

La versione finale delle Linee Guida Edpb sull’art. 23 Gdpr costituiscono un monito per legislatore e Titolari del trattamento

Sommario: 1. Introduzione; 2. La disciplina delle limitazioni per ragioni di pubblico interesse; 3. Il test di necessità e proporzionalità; 4. L’accountability nelle limitazioni; 5. Conclusioni

Introduzione

Col proprio comunicato del 19 ottobre 2021, lo European Data Protection Board (EDPB, ossia il Comitato Europeo per la Protezione dei Dati) ha annunciato l’adozione della versione finale delle Linee Guida sull’art. 23 del Gdpr, n. 10/2020[1].

Si tratta di un passaggio importante in un’Europa in costante evoluzione, perché l’atto riguarda le limitazioni ai diritti fondamentali e ai diritti del soggetto interessato nel trattamento di dati personali per finalità pubbliche

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Prevenzione del rischio sismico: ripartizione delle somme relative all’anno 2015

È stato pubblicato sulla G.U. n. 192 del 18 agosto 2016 il Decreto 21 giugno 2016 della Presidenza del Consiglio

Dichiarazioni “770/2015” “Semplificato” e “Ordinario”: approvati i Modelli definitivi e le relative Istruzioni ministeriali

L’Agenzia delle Entrate ha approvato e reso disponibili nei giorni scorsi i nuovi Modelli “770/2015”, sia “Semplificato” che “Ordinario”, completi

Licenziamento di un Dirigente pubblico: è illegittimo se i fatti contestati sono incerti e non circostanziati

Nella Sentenza n. 1478 del 27 gennaio 2015, la Suprema Corte si è pronunciata in materia di licenziamento di un

1 comment

Write a comment

Only registered users can comment.