Mutui Enti Locali: determinazione del costo globale annuo massimo

Mutui Enti Locali: determinazione del costo globale annuo massimo

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 321 del 29 dicembre 2020 il Dm. Mef 21 dicembre 2020, recante “Modifica del Decreto 13 luglio 2020 – Determinazione del costo globale annuo massimo per le operazioni di mutuo effettuate dagli Enti Locali”.

I mutui contratti, ai sensi dell’art. 22 del Dl. n. 66/1989 dagli Enti Locali di cui all’art. 2, comma 1, del Dlgs. n. 267/2000 (Tuel), sono regolati a tasso fisso o a tasso variabile.

Il costo globale annuo massimo applicabile a tali operazioni è determinato nelle seguenti misure, in relazione alla durata delle operazioni medesime:

Tasso fisso

  • fino a 10 anni – “Interest Rate Swap” 7Y + 0,90%;
  • fino a 15 anni – “Interest Rate Swap” 10Y + 1,10%;
  • fino a 20 anni – “Interest Rate Swap” 12Y + 1,40%;
  • fino a 25 anni – “Interest Rate Swap” 15Y + 1,45%;
  • oltre 25 anni – “Interest Rate Swap” 20Y + 1,70%.

Per “Interest Rate Swap” si intende il tasso lettera verso Euribor a 6 mesi fissato a Francoforte alle ore 11 del giorno precedente la stipula del contratto. I tassi swap sono riportati alla pagina Iceswap2 del Circuito Reuters.

Tasso variabile:

  • fino a 10 anni: Euribor a 6 mesi + 0,90%;
  • fino a 15 anni: Euribor a 6 mesi + 1,10%;
  • fino a 20 anni: Euribor a 6 mesi + 1,35%;
  • fino a 25 anni: Euribor a 6 mesi + 1,50%;
  • oltre 25 anni: Euribor a 6 mesi + 1,75%.

Il tasso Euribor a 6 mesi è rilevato due giorni lavorativi antecedenti la data di decorrenza di ciascun periodo di interessi alla pagina Euribor 01 del circuito Reuters.


Related Articles

Spesa per il personale degli Enti territoriali: il quadro tracciato dalla Sezione Autonomie della Corte dei conti

Con il Comunicato-stampa 13 maggio 2015, la Corte dei conti pone in evidenza la Delibera n. 16 del 30 aprile

Città metropolitane: ripartiti gli spazi finanziari tra i Comuni che ne sono sede

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 27 del 3 febbraio 2016 il Dpcm. 7 dicembre 2015 concernente il riparto degli

Il “Correttivo Appalti” prosegue il suo cammino: arriva il “via libera” del Consiglio di Stato

Il Decreto correttivo del “Codice degli Appalti” fa un passo avanti per la sua approvazione definitiva fissata per il 19

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.