Nuovo “Codice degli Appalti”: al via la consultazione sulle prime “Linee guida” attuative emanate dall’Anac

Nuovo “Codice degli Appalti”: al via la consultazione sulle prime “Linee guida” attuative emanate dall’Anac

A soli 10 giorni di distanza dalla pubblicazione sulla G.U. n. 91 del 19 aprile 2016 (S.O. n. 10) del Dlgs. 18 aprile 2016, n. 50, vale a dire del nuovo “Codice degli Appalti e delle Concessioni”, inizia a delinearsi il profilo degli indirizzi applicativi elaborati dall’Autorità nazionale anticorruzione.

L’Anac ha infatti pubblicato il 28 aprile 2016 sul proprio sito istituzionale i primi 7 Documenti di consultazione preliminari alla predisposizione di atti normativi previsti dal “Codice”.

La cosiddetta “soft law”, di cui l’Autorità guidata da Raffaele Cantone sarà “autrice” principale, svolgerà il compito che, nel caso del previgente “Codice” di cui al Dlgs. n. 163/06, era stato demandato all’imponente Regolamento di esecuzione e attuazione.

Gli atti di indirizzo e le “Linee guida” di carattere generale stilate dall’Authority saranno approvate con Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, previo parere delle competenti Commissioni parlamentari.

I Documenti di consultazione hanno per oggetto:

  1. Il Direttore dei Lavori: modalità di svolgimento delle funzioni di direzione e controllo tecnico, contabile e amministrativo dell’esecuzione del contratto (art. 111, comma 1, del Codice)”;
  2. Il Direttore dell’esecuzione: modalità di svolgimento delle funzioni di coordinamento, direzione e controllo tecnico-contabile dell’esecuzione del contratto (art. 111, comma 2, del Codice)”;
  3. Nomina, ruolo e compiti del Responsabile unico del procedimento per l’affidamento di appalti e concessioni (art. 31 del Codice)”;
  4. Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici (art. 36 del Codice)”;
  5. Offerta economicamente più vantaggiosa (art. 95 del Codice)”;
  6. Criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle Commissioni giudicatrici (art. 78 del Codice)”;
  7. Servizi di ingegneria e architettura (artt. 23, 24 e 157 del Codice)”.

L’Autorità ha fissato il termine per la presentazione delle osservazioni alle ore 12:00 del 16 maggio 2016. Queste possono essere formulate utilizzando gli appositi Modelli predisposti dall’Anac e resi disponibili a corredo dei Documenti di consultazione stessi.

Attraverso la consultazione – si legge nella Nota – anche in ossequio a quanto previsto dal Consiglio di Stato che nel Parere n. 855 del 1° aprile 2016 richiede una preventiva fase di consultazione che costituisce ormai una forma necessaria, strutturata e trasparente di partecipazione al decision making process dei soggetti interessati, l’Autorità intende acquisire il punto di vista di tutti i soggetti interessati, su tutti gli argomenti indicati nei documenti presentati, che costituiscono le bozze delle linee guida finali”.


Related Articles

Trasferimenti erariali: al via i rimborsi ai Comuni per Tarsu e Tia pagate per le Scuole statati

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) ha emanato il Decreto 22 dicembre 2014, con il prospetto degli importi

Formazione professionale dei Revisori legali: emanata la Circolare della Ragioneria dello Stato per il triennio formativo 2020-2022

È stata pubblicata sul sito della Ragioneria dello Stato la Circolare 20 febbraio 2020, n. 3, relativa al triennio formativo

Inail: modificate le modalità di comunicazione dell’infortunio sul lavoro e della malattia professionale

L’Inail, con la Circolare 21 marzo 2016, n. 10, “Decreto legislativo 14 settembre 2015, n.151. Articolo 21, commi 1, lettere