Patto di stabilità: la falsificazione di dati contabili per mascherare lo sforamento comporta la condanna per falso ideologico in atto pubblico

Patto di stabilità: la falsificazione di dati contabili per mascherare lo sforamento comporta la condanna per falso ideologico in atto pubblico

La Suprema Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 14617 del 2018, ha confermato la decisione della Corte d’Appello di Torino con cui l’allora Sindaco e Dirigente finanziario del Comune di Alessandria sono stati condannati per il delitto di falso ideologico in atto pubblico di cui all’art. 479 del Cp., consistito nell’avere formato falsamente il prospetto relativo al Patto di stabilità e per avere indotto i Consiglieri ad approvare nell’anno 2011 un rendiconto falso della gestione economico-finanziaria del Comune. La falsificazione dei documenti pubblici sarebbe stata funzionale a non fare emergere lo sforamento del Patto di stabilità e consentire al

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Riforma Costituzionale: i contenuti della Legge che segna la fine del bicameralismo perfetto

Precedentemente noto come “Ddl. Boschi”, il testo della Legge costituzionale che decreta il tramonto del c.d. “bicameralismo perfetto” è stato

“E-fatture”: obbligatorio il formato elettronico anche per quelle richieste per operazioni rientranti nel commercio al minuto

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 7 del 16 gennaio 2019, ha chiarito che, fatta salva

Revisori Enti Locali: scatta la prima integrazione dell’Elenco 2018

L’Elenco dei Revisori degli Enti Locali, approvato con il Decreto del Ministero dell’Interno 21 dicembre 2017 ed entrato in vigore

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.