Presidente del Consiglio comunale: nei Comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti indennità subordinata ad apposito atto

Presidente del Consiglio comunale: nei Comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti indennità subordinata ad apposito atto

Nella Delibera n. 47 del 27 gennaio 2021 della Corte dei conti Abruzzo, un Sindaco, dopo aver ampiamente ricostruito il quadro normativo relativo all’indennità spettante al Presidente del Consiglio comunale nei Comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti, ha chiesto se, pur essendo stata istituita la figura del Presidente del Consiglio comunale senza averne definita finora l’indennità, quest’ultima possa essere comunque erogata allo stesso e con quale decorrenza. La Sezione ha sottolineato, in primo luogo, come sia direttamente connessa allo status di Amministratore locale l’acquisizione di diritti di carattere economico che rinvengono fondamento nei Principi sanciti dall’art. 51 della Costituzione nonché nell’art. 7 della Carta Europea dell’Autonomia locale, recepita nel nostro ordinamento con Legge di ratifica n. 439/1989 che, pur priva di immediato contenuto precettivo, si pone come parametro di riferimento per il Legislatore. Ne deriva che, nel rispetto dei parametri normativi indicati dallo stesso Comune in questione, ove nello Statuto di un Comune con popolazione sino a 15.000 abitanti sia prevista – alla luce del disposto dell’art. 39, comma 1, del Dlgs. n. 267/2000 (Tuel) – la figura del Presidente del Consiglio comunale, a quest’ultimo non possa che spettare l’indennità di funzione, di cui all’art. 5 del Decreto n. 119/2000. La concreta quantificazione di quest’ultima presuppone un espresso atto deliberativo da parte del Comune, in quanto tale quantificazione non appare poter operare ex lege, postulando una scelta decisionale rimessa alla discrezionalità dell’Ente.


Related Articles

Locazioni immobiliari: una Nota Mef reintroduce la possibilità di pagare in contanti al di sotto dei 1.000 Euro

Con la Nota 5 febbraio 2014, Prot. DT n. 10492, il Mef ha ribaltato le disposizioni introdotte in materia di

“Decreto Sviluppo”: in G.U. il Dl. n. 91/14 finalizzato al rilancio e allo sviluppo delle imprese, con alcune norme di interesse per gli Enti Locali

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 144 del 24 giugno 2014 il Dl. 24 giugno 2014, n. 91, rubricato “Disposizioni

“730 precompilato”: le istruzioni delle Entrate per correggere i Modelli già inviati  

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il 10 giugno 2015 sul proprio sito istituzionale il Provvedimento Prot. 78849/2015 nel quale viene

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.