Procedimento amministrativo: condanna del dipendente che non lo conclude nei termini

Procedimento amministrativo: condanna del dipendente che non lo conclude nei termini

Se mai ce se ne fosse bisogno, è bene ricordare – pur senza alcun intento di terrorismo psicologico – che il non concludere il procedimento nei termini fissati (da legge o da Regolamenti) o il concluderlo con ritardo dà origine a delle conseguenze risarcitorie (ed anche disciplinari) di non poco conto. Lo ribadisce una recentissima Sentenza della Corte dei conti Puglia n. 135 del 14 aprile 2016, su cui diremo in appresso.

I termini di conclusione del procedimento. Uno degli effetti della riforma operata già con la Legge n. 69/09 (“Riforma Brunetta”) fu quello di prevedere tempi

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Lavoratori disabili: Prospetto informativo entro il 31 gennaio

Il Prospetto informativo è una dichiarazione in cui i datori di lavoro pubblici e privati indicano la propria situazione occupazionale

Processo tributario: insieme all’atto di appello notificato deve essere depositata anche la ricevuta di spedizione per raccomandata

Nell’Ordinanza n. 18121 del 15 settembre 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità, si esprimono in tema di

Fondi Ue: presentati progetti italiani per 40 miliardi di Euro  

L’Italia ha presentato alla task force europea (Commissione, Bei, Stati membri) una selezione di progetti per una richiesta di finanziamento