Rimborsi ai dipendenti in smartworking: esclusi da Irpef se le spese sono sostenute nell’interesse esclusivo del datore di lavoro

Rimborsi ai dipendenti in smartworking: esclusi da Irpef se le spese sono sostenute nell’interesse esclusivo del datore di lavoro

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 314 del 30 aprile 2021, ha fornito chiarimenti circa i casi di esclusione da reddito di lavoro dipendente dei rimborsi spese erogati ai dipendenti in smart working.

Ai sensi dell’art. 51, comma 1, del Tuir (Dpr. n. 917/1986), costituiscono reddito di lavoro dipendente “tutte le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d’imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione al rapporto di lavoro. Si considerano percepiti nel periodo d’imposta anche le somme e i valori in genere, corrisposti dai datori di lavoro entro il

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Spending review”: Mef, “Da Convenzioni Consip risparmi per acquisto di beni e servizi anche oltre il 50%”

Risparmi fino al 52% sull’acquisto di fotocopiatrici e del 26% su furgoni autocarri e minibus. Sono alcuni dei risultati ottenuti

Società in house: giurisdizione del Giudice ordinario nel giudizio di ottemperanza della Sentenza del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 1660 del 24 maggio 2021del Tar Palermo, i Giudici chiariscono che rientra nella giurisdizione del Giudice ordinario

Trasmissione telematica delle Dichiarazioni fiscali e rilascio del “visto di conformità”: i limiti per le Associazioni professionali

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 245 del 13 aprile 2021, ha fornito chiarimenti in ordine alla possibilità di

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.