Spese di rappresentanza

Spese di rappresentanza

Nella Delibera n. 82 del 10 maggio 2021 della Corte dei conti Lombardia, la Sezione chiarisce che la nozione di “spesa di rappresentanza” si configura quale voce di costo essenzialmente finalizzata ad accrescere il prestigio e la reputazione della singola Pubblica Amministrazione verso l’esterno. Le relative spese devono assolvere il preciso scopo di consentire all’Ente Locale di intrattenere rapporti istituzionali e di manifestarsi all’esterno in modo confacente ai propri fini pubblici. Tale qualificazione finalistica comporta l’esclusione delle spese per l’esercizio di funzioni istituzionali, rientranti nell’attività tipica e nelle competenze dell’ente, quale modalità di estrinsecazione dell’attività amministrativa in un determinato settore in conformità agli obiettivi programmati. Le spese di rappresentanza devono dunque rivestire il carattere dell’inerenza, ossia essere strettamente connesse con il fine di mantenere o accrescere il ruolo, il decoro e il prestigio dell’ente medesimo, nonché possedere il crisma dell’ufficialità, nel senso che esse finanziano manifestazioni della Pubblica Amministrazione idonee ad attrarre l’attenzione di ambienti qualificati o dei cittadini amministrati al fine di ricavare i vantaggi correlati alla conoscenza dell’attività amministrativa.

L’attività di rappresentanza ricorre in ogni manifestazione ufficiale attraverso gli organi muniti, per legge o per statuto, del potere di spendita del nome della Pubblica Amministrazione di riferimento. La violazione dei criteri finalistici testé indicati conduce all’illegittimità della spesa sostenuta dall’Ente per finalità che fuoriescono dalla rappresentanza. Sotto il profilo gestionale, l’economicità e l’efficienza dell’azione della Pubblica Amministrazione impongono il carattere della sobrietà e della congruità della spesa di rappresentanza, sia rispetto al singolo evento finanziato, sia rispetto alle dimensioni e ai vincoli di bilancio dell’Ente Locale che le sostiene.


Related Articles

Società controllate: determinazione del limite di spesa per l’Organo amministrativo

Nella Delibera n. 34 del 3 luglio 2019 della Corte dei conti Sardegna, viene chiesto un parere riguardante la determinazione

Servizio “Tesoreria”: il Parere della Corte dei conti Campania sulla gestione della provvista vincolata degli Enti Locali

Nella Delibera n. 59 del 18 aprile 2018 della Corte dei conti Campania, viene chiesto un parere sulla gestione della

Tassa rifiuti: agevolazioni spettanti nel caso di produzione di rifiuti speciali

Nella Sentenza n. 1963 del 26 gennaio 2018 della Corte di Cassazione, una Società propone ricorso per Cassazione della Sentenza

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.