Aggiudicazione diretta contratti servizi di trasporto pubblico con autobus: la pronuncia della Corte di Giustizia Ue

Corte di giustizia europea, Sez. X, 8/5/2019 n. C-253/18

Non si applica l’art. 5, par.2, del reg. n. 1370/2007 all’aggiudicazione diretta di contratti aventi ad oggetto servizi di trasporto pubblico con autobus che non assumono la forma di contratti di concessione, ai sensi della dir. 2014/23.

L’articolo 5, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 1370/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2007, relativo ai servizi pubblici di trasporto di passeggeri su strada e per ferrovia e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 1191/69 e (CEE) n. 1107/70, deve essere interpretato nel senso che esso non si applica all’aggiudicazione diretta di contratti aventi ad oggetto servizi di trasporto pubblico con autobus che non assumono la forma di contratti di concessione, ai sensi della direttiva 2014/23/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, sull’aggiudicazione dei contratti di concessione.

 

SENTENZA DELLA CORTE (Decima Sezione)

8 maggio 2019 (*)

«Rinvio pregiudiziale – Trasporti – Servizi pubblici di trasporto di passeggeri su strada e per ferrovia – Regolamento (CE) n. 1370/2007 – Articolo 5, paragrafi 1 e 2 – Aggiudicazione diretta – Contratti di servizi pubblici di trasporto di passeggeri con autobus e tram – Condizioni – Direttiva 2014/24/UE – Articolo 12 – Direttiva 2014/25/UE – Articolo 28»

Nella causa C-253/18,

avente ad oggetto la domanda di pronuncia pregiudiziale proposta alla Corte, ai sensi dell’articolo 267 TFUE, dall’Oberlandesgericht Düsseldorf (Tribunale superiore del Land, Düsseldorf, Germania), con decisione del 7 marzo 2018, pervenuta in cancelleria il 12 aprile 2018, nel procedimento

Stadt Euskirchen

contro

Rhenus Veniro GmbH & Co. KG,

con l’intervento di:

SVE Stadtverkehr Euskirchen GmbH,

RVK Regionalverkehr Köln GmbH,

LA CORTE (Decima Sezione)

composta da C. Lycourgos, presidente di sezione, E. Juhász (relatore) e I. Jarukaitis, giudici,

avvocato generale: M. Campos Sánchez-Bordona

cancelliere: A. Calot Escobar

vista la fase scritta del procedimento,

considerate le osservazioni presentate:

–        per la Stadt Euskirchen, da S. Schaefer e J. Manka, Rechtsanwälte;

–        per la Rhenus Veniro GmbH & Co. KG, da C. Antweiler, Rechtsanwalt;

 

Continua a leggere su Diritto dei servizi pubblici locali

Questo contenuto è stato selezionato per i nostri lettori dallo Studio legale Tessarolo, editore di Diritto dei servizi pubblici e partner di Centro Studi Enti Locali.

 

Diritto dei servizi pubblici è una rivista giuridica telematica che, dal 2001, raccoglie informazioni, articoli, leggi, sentenze ed altri provvedimenti su numerosi argomenti di diritto, con particolare riferimento al diritto dei servizi pubblici locali, a cura dello Studio Legale Tessarolo.


Related Articles

Polizze fidejussorie: istituito Tavolo tecnico tra Anac, Banca d’Italia, Ivass e Agcm

Con il Comunicato-stampa 16 febbraio 2016, l’Anac ha reso noto di aver costituito, assieme a  Banca d’Italia, Istituto per la

Concessioni: fondamentale il business plan anche per la verifica dell’anomalia

Nella Sentenza 731 del 13 giugno 2020 del Tar Genova, i Giudici affermano che nelle concessioni il business plan costituisce

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.