Accertamento tributario

Accertamento tributario

Nell’Ordinanza n. 15154 del 3 giugno 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che in tema di accertamento tributario, non sussiste l’obbligo di redigere un apposito verbale di chiusura delle operazioni – e conseguentemente di attendere il decorso di un nuovo termine dilatorio, ai sensi dell’art. 12, comma 7, della Legge n. 212/00, prima di emanare l’avviso di accertamento – qualora il contribuente, richiesto in sede di accesso di depositare alcuni documenti, consegni poi gli stessi presso gli uffici dell’Amministrazione, perché la fase che giustifica l’instaurazione del contraddittorio presuppone l’accesso senza estendersi a ciò che avviene in epoca successiva, al di fuori dei locali nei quali il contribuente esercita la propria attività.


Related Articles

Consorzio stabile: sì alla sostituzione dell’impresa raggiunta da interdittiva anche prima della stipula del contratto

Nella Sentenza n. 1079 del 2 novembre 2016 del Tar Calabria un Consorzio, ricorrente, nella veste di Consorzio stabile, ha

“Revisione straordinaria partecipate”: quali conseguenze in caso di mancata adozione del Provvedimento di ricognizione e/o di mancato invio al Mef dei dati ?

Il quesito: “Il Comune richiedente, in data 11 novembre 2017, non è riuscito ad adempiere nei termini previsti all’approvazione del

Aliquote Tasi: il Tar conferma l’illegittimità delle Delibere tardive

Nella Sentenza 767 del 7 luglio 2016 del Tar Basilicata, i Giudici si esprimono sulla questione delle Delibere tardive del

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.