Ad Centro Studi Enti Locali, Tonveronachi: “Non possiamo fallire, crimine non spendere fondi Pnrr”

Ad Centro Studi Enti Locali, Tonveronachi: “Non possiamo fallire, crimine non spendere fondi Pnrr”


“Non dobbiamo pensare che dopo il Covid andrà tutto bene ma che andrà tutto meglio. Dobbiamo tutti insieme compiere il miracolo di spendere tutti quei soldi e di spenderli bene, cercando di toccare quei nervi scoperti del sistema Paese o almeno alcuni di quelli più fastidiosi”. Così Nicola Tonveronachi, Amministratore delegato di Centro Studi Enti Locali Spa, ha aperto i lavori del primo Tavolo tecnico del Progetto “Next Generation Eu – EuroPa Comune”, organizzato dalla citata Società con il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Pisa. Il riferimento è alle risorse messe a disposizione dall’Unione Europea per il tramite del “Recovery Fund” e che saranno incardinate nel “Piano nazionale di ripresa e resilienza” la cui approvazione definitiva è attesa entro la fine di questo mese.

“Riprendendo lo slogan forse più famoso fra quelli esposti all’inizio della pandemia per il Covid, ovvero ‘andrà tutto bene’, noi dobbiamo trasformarlo in un hashtag ancora più giusto e cioè ‘andrà tutto meglio’ – esorta il responsabile Csel – nel senso che dobbiamo utilizzare in maniera forte le risorse riservate all’Italia e che il nostro Paese ha saputo conquistarsi, per sciogliere alcuni nodi: non possiamo fallire, perché non possiamo permettercelo per le prossime generazioni: fallire sarebbe davvero un crimine”.


Related Articles

Isee: i Comuni dovranno adottare nuovi Regolamenti entro il 1º gennaio 2015  

Con la Nota pubblicata sul proprio sito istituzionale il 21 novembre 2014, l’Anci ha ricordato che, in applicazione di quanto

“Pnrr”: i chiarimenti del Mef sui criteri per la selezione dei Progetti

Il Ministero delle Finanze, il 31 dicembre 2021, ha emanato una Circolare a chiarimento di alcune indicazioni contenute nella precedente

Società partecipate a controllo pubblico congiunto: i chiarimenti di Anac ai fini dell’attuazione della normativa Anticorruzione

Nella Delibera n. 859 del 25 settembre 2019, l’Anac fornisce indicazioni in merito alla configurabilità del “controllo pubblico congiunto” in

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.