Adempimenti art. 1, comma 32, Legge n. 190/2012: modalità operative invariate per l’anno 2021

Adempimenti art. 1, comma 32, Legge n. 190/2012: modalità operative invariate per l’anno 2021

Con una Nota dello scorso 4 gennaio 2021, l’Autorità nazionale Anticorruzione (Anac) ha comunicato che restano invariate le modalità operative per la pubblicazione e la trasmissione dei dati riguardanti il 2020, ai sensi dell’art. 1, comma 32, della Legge n. 190/2012, come indicato nella Deliberazione Anac n. 39 del 2 gennaio 2016.

Rimangono quindi valide, sia le specifiche tecniche per la comunicazione via Pec dell’avvenuta pubblicazione dei dati entro il 31 gennaio 2021 sia quelle di pubblicazione dei dati (formato Xsd).

In particolare, l’Authority ricorda che le Stazioni appaltanti, per adempiere all’obbligo di pubblicazione dei dati in formato aperto, ai sensi dell’art. 1, comma 32, della Legge n. 190/2012, devono:

  • trasmettere all’Autorità, entro il 31 gennaio di ogni anno, solo mediante Pec all’indirizzo comunicazioni@pec.anticorruzione.it, un messaggio attestante l’avvenuto adempimento. Tale messaggio Pec deve riportare obbligatoriamente, nell’apposito Modulo pdf (deve essere utilizzata esclusivamente la versione del modulo aggiornata al 15 gennaio 2016), il Codice fiscale della Stazione appaltante e l’Url di pubblicazione del file Xml per l’anno in corso. I messaggi Pec ricevuti attraverso canali diversi dalla Pec dedicata comunicazioni@pec.anticorruzione.it, compresi quelli ricevuti attraverso la casella protocollo@pec.anticorruzione.it, non saranno considerati validi ai fini dell’assolvimento degli obblighi previsti dalla norma;
  • pubblicare sul proprio sito web istituzionale le informazioni di cui all’art. 4 della Deliberazione n. 39 del 2 gennaio 2016 secondo la struttura e le modalità definite dalla stessa Autorità.

Related Articles

Mancato rispetto del Patto di stabilità: determinate le sanzioni per i Comuni relative all’anno 2014

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, con il Comunicato 9 marzo 2018 ha reso noto il testo

Imposta di bollo su libri, registri ed altri documenti informatici: estensione al Modello “F24EP” dei codici-tributo per il versamento

Per il versamento dell’Imposta di bollo sui libri, registri ed altri documenti informatici, nonché per il pagamento delle sanzioni e

“Codice dell’Amministrazione digitale”: approvate le Linee guida per i pagamenti elettronici in favore della P.A.

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 31 del 7 febbraio 2014 la Determina commissariale dell’Agenzia per l’Italia digitale n. 8

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.