Affidamento concessioni di servizi: vale la regola della non modificabilità in corso di gara dei criteri di valutazione predeterminati

Affidamento concessioni di servizi: vale la regola della non modificabilità in corso di gara dei criteri di valutazione predeterminati

Nella Sentenza n. 2755 del 4 giugno 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici rilevano che pur non potendosi ritenere applicabili alle concessioni di servizi tutte le disposizioni del Dlgs. n. 163/06, l’art. 2, comma 1, del suddetto Codice prevede che “l’affidamento e l’esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture, ai sensi del presente codice, deve garantire la qualità delle prestazioni e svolgersi nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, tempestività e correttezza; l’affidamento deve altresì rispettare i principi di libera concorrenza, parità di trattamento, non discriminazione, proporzionalità, nonché quello di pubblicità con le modalità indicate nello

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Associazioni di volontariato: per l’esonero da Iva di alcune attività vale ancora la disciplina al momento vigente

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 445 del 29 ottobre 2019, è intervenuta in merito alla

“Decreto Rilancio”: le principali novità del testo del Ddl. di conversione licenziato dalla Commissione bilancio di Montecitorio

Slitta al 30 settembre 2020 il termine per l’approvazione del bilancio di previsione degli Enti Locali Il testo della Disegno

Bilancio di previsione: emanato il Decreto con la proroga al 30 luglio 2015

Con il Comunicato 14 maggio 2015, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha dato notizia dell’avvenuta emanazione